DMCA Copyright Infringement Notice nella tua email? Ecco cos’è

Ti è arrivata una mail con oggetto DMCA Copyright Infringement Notice e non sai di cosa si tratta? Ne parliamo qui.

Come gli esperti di diritto internazionale sanno, la Digital Millennium Copyright Act (in sigla DMCA) è una legge statunitense alla luce della quale, di fatto, molti risultati sono rimossi da Google. àˆ il caso della rimozione di contenuti coperti da diritto d’autore legati a torrent e file di download, e molti utenti stanno ricevendo delle mail a riguardo con oggetto DMCA Copyright Infringement Notice, anche dalle nostre parti. Per evitare allarmismo proviamo a spiegare un po’ di dettagli, ricordando che la mail non ha valore legale e che, in ogni caso, richieste del genere non dovrebbero essere sottovalutate. La mail in questione, considerata ingannevole o scam da alcuni, proviene apparentemente da uno studio legale.

Chiarire la portata effettiva e gli obblighi legali di una mail di questo tipo, per inciso, va ovviamente fin troppo al di là  del nostro blog tecnologico, cosa che non faremo nè proveremo a fare; nello specifico, si fa riferimento al rilevamento di contenuti, nel blog dell’interessato, tutelati secondo loro da diritto d’autore (nel caso che ho visto, un’immagine da Imgur rilevata dall’archivio di web archive). In pratica vi scrivono questa mail in inglese americano per intimare di linkare la fonte di un’immagine da voi usata nel vostro blog ed hostata su imgur, riportando l’URL esatto dell’immagine. Abbiamo fatto una rapida ricerca con Google immagini e, a quanto pare, dovrebbe essere un’immagine di stock che ritrae un luogo di lavoro tipo open space, e cosa ancora più interessante è utilizzatissima da vari siti (ne risultano più di 600, tra cui molti siti italiani).

Nulla di strano che arrivi una mail del genere anche a voi, pertanto. La richiesta, per quello che è dato sapere e vale, non intima di rimuovere il contenuto, ma sembra far leva sul fatto che esiste una copia della pagina e una “prova” dell’uso all’interno di archive.org e, per rabbonire la questione, si invita a linkare come fonte il sito di un’app. Non è chiaro cosa c’entri e come ciò sia collegato col diritto dautore di quell’immagine, per cui il sospetto che sia scam per farsi linkare ed acquisire visibilità  su Google è concreto. Ovviamente non ci sono certezze, e queste considerazioni tecniche sono puramente SEO tecniche, per inciso, non legali. Non si tratta semplicemente di rimuovere, secondo loro, bensଠ– secondo la forma della richiesta, diffusa in massa anche ad altri indirizzi email, come riportato da almeno un’altra fonte – di aggiungere un backlink come fonte alla richiesta. Non fosse uno studio legale a mandarla, si tratterebbe di richieste chiaramente modello link building via email, cosa che è già  ultra-nota come pratica da diversi anni e di cui vi avevamo parlato sulle pagine di questo sito.

Cerchi un servizio di SMS pubblicitari? Prova SMSHosting ! PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Resta il fatto che ogni blogger dovrebbe pubblicare contenuti con grande cura, evitando massimamente le immagini protette da diritto d’autore e limitando anche l’uso di embed, in effetti. àˆ anche vero che la legittimità  di richieste del genere è messa in discussione dal fatto che, dato il contesto, potrebbe trattarsi anche di SEO black hat, mirata a far aggiungere backlink a siti specifici mediante richiesta diretta, minacciando ritorsioni legali e per contribuire a farsi salire sui motori. Non meraviglia che sia uno studio legale a farlo (ammesso, ovviamente, che sia vero e non si tratti di un’attribuzione indebita), anche perchè ormai il mondo della SEO è anche questo.

In genere una richiesta annessa alla violazione del copyright dovrebbe essere notificata mediante mezzi diversi da una mail, c’è il discorso dell’applicabilità  della norma a livello internazionale (su cui, lo ribadiamo, non ci addentriamo), c’è l’anomalia della richiesta di un link di citazione e non della rimozione del contenuto (come sarebbe più logico), senza contare che Google riceve e rimuove contenuti dal proprio indice anche su richiesta, in casi del genere, per cui un mezzo per arrivare a quel risultato comunque ci sarebbe. Insomma, i dubbi sono tanti, anche se il sospetto che la cosa sia strumentale rimane concreto.

Immagine di copertina: mohamed Hassan da Pixabay



Questo blog pubblica contenuti ed offre servizi free da 11 anni. – Leggi un altro articolo a caso – Per informazioni contattaci
5/5 (2)

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

DMCA Copyright Infringement Notice nella tua email? Ecco cos’è
justice g3abb07edb 1280
Torna su