Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Facebook Ads vuole fermare il targeting degli annunci basati su etnia, orientamento sessuale e preferenze politiche

La funzione di targeting di Facebook Ads consente da anni agli inserzionisti di acquistare annunci che vengono visualizzati per gruppi “mirati” di persone. Questa feature è nota come “microtargeting”, ed è da sempre una delle leve commerciali più potenti offerte dal sito. Facebook ha tuttavia comunicato di aver deciso di apportare queste modifiche in risposta alla pressioni di avvocati ed esperti di diritti civili, per sensibilizzare tutti ed impedire agli inserzionisti abusi, evidentemente finora possibili. L’idea è che l’uso sconsiderato di queste caratteristiche possa portare disagio ed allontanamento degli utenti (in pratica, quindi, detta in altri termini, lo stanno facendo per evitare di perdere ulteriori clienti).

Facebook ha confermato che fornirà  agli iscritti un maggiore controllo sugli annunci che vedono, con ulteriori possibilità  di filtraggio e rimozione: la “bolla” in cui vedi esattamente ciò che vuoi, ed in cui non ci sarà  spazio per opinioni diverse dalla tua, per polemiche e per eventuale dissenso. Stando al sito Axios, la modifica riguarderà  le piattaforme Instagram, Facebook e Messanger afferenti alla neonata Meta.

Facebook ha pertanto dichiarato che a partire da gennaio 2021 rimuoverà  le categorie di targeting pubblicitario “sensibili”. Nello specifico, da giorno 19 gennaio del prossimo anno il targeting non sarà  più consentito per quelle categorie, tra cui come quelle che fanno riferimento a cause, organizzazioni o personaggi pubblici con riferimento a tematiche di salute, etnia, affiliazione politica, religione o orientamento sessuale. Alcuni esempi citati, per intenderci, riguardano “Consapevolezza del cancro del polmone”, “Giornata mondiale del diabete”, “Chemioterapia”, “matrimonio tra persone dello stesso sesso”, “cultura LGBT”, “Chiesa cattolica”m “feste ebraiche”, e poi convinzioni politiche, questioni sociali, cause di ogni genere, organizzazioni no profit e personaggi pubblici. Photo by NeONBRAND on Unsplash

Da non perdere 👇👇👇

Ti potrebbe interessare:  Ripetizioni di informatica: perché è facile imparare con Superprof


Trovalost.it esiste da 4415 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 3965 articoli (circa 3.172.000 parole in tutto) e 12 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.