NGINX Direct Delivery: a cosa serve?

NGINX Direct Delivery: a cosa serve?

NGINX Direct Delivery è una delle caratteristiche più avanzate dei server NGINX, sia se usati come web server che, come avviene su vari hosting tra cui Siteground, qualora NGINX sia usato come reverse proxy. In pratica è anche la nuova versione del SuperCacher che in passato assolveva ad un compito analogo, solo che il tutto è molto più semplice da gestire e non richiede di toccare o editare nulla nella configurazione del web server del vostro sito.

A cosa serve NGINX Direct Delivery

Di fatto, NGINX Direct Delivery si attiva direttamente dal pannello Siteground, e permette di gestire ed ottimizzare la cache statica del proprio sito direttamente da server, con un semplicissimo clicke e senza dover installare plugin di cache di alcun tipo. Nello specifico, effettua il caching statico di file CSS, JS e immagini, in modo da massimizzare l’efficenza dei tempi di caricamento delle pagine e migliorare il PageSpeed Insights.

Nel nuovo pannello offerto dall’hosting, infatti, basta andare nella sezione Velocità e fare click su Caching.

Fatto questo, troveremo un pannellino in questo modo, in cui in basso a destra troverete il pulsante  per attivare e disattivare NGINX Direct Delivery.

Attivare NGINX Direct Delivery

Per attivare NGINX Direct Delivery, basta cliccare sul bottoncino switch per attivarlo. L’icona diventerà verde a testimoniare il fatto che sia attiva. Questa impostazione è consigliata sui siti pubblici e sui quali non state modificando nulla a livello di CSS e JS.

Disattivare NGINX Direct Delivery

Per disattivare NGINX Direct Delivery, al contrario, basta cliccare sul bottoncino switch per disattivare. L’icona diventerà grigia a testimoniare il fatto che sia non attiva. Questa impostazione è fortemente consigliata sui siti in fase di sviluppo, test oppure sui quali state modificando CSS e JS.

Quando la feature è disattivata, il pannello si vedrà così.

(fonte)

1 voto


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.