Questo programmatore ha realizzato un simulatore di traffico parametrico

Se vivete in una città  europea mediamente grande avrete certamente osservato un problema crescente con il traffico su strada: non solo ricco di conseguenze a livello ecologico ma anche pratico, sociale come lavorativo. Rallentiamo tutti, e quando stai bloccato per strada non è mai gradevole, per quanto molti studiosi abbiano affrontato e cercato di risolvere il problema nelle modalità  più differenti.

Perchè non basta, per intenderci, creare più corsie o più strade per risolvere il problema del traffico stradale: c’è di mezzo il fattore comportamentale degli automobilisti, infatti. Il problema generale possiede un modello complesso, derivante in parte dalla teoria delle code cosଠcome da complicate formulazioni matematiche. Di fatto, un programmatore tedesco ha realizzato il sito web traffic-simulation.de, che è in grado di modellare il problema e mostrare cosa accade al variare del parametri in gioco. Una vera e propria simulazione di traffico su strada piuttosto realistica e parametrica, ovvero basata su vari parametri di input modificabili dall’utente a proprio piacere.

L'hosting italiano conveniente e funzionale è V-Hosting !

Alcuni dei parametri considerati riguardano:

  • densità  della corsia
  • accelerazione e ritardo medio dei veicoli
  • ritardo o distorsione temporale (time warp)
  • percentuale di camion per strada

Traffic Simulation può aiutare a comprendere le dinamiche di circolazione dei mezzi su strada, considerando eventualmente anche mezzi pesanti, e consentire una stima dei possibili interventi necessari per ridurlo, soprattutto nelle città  più congestionate. Ecco una breve demo in formato video del software:

A traffic simulator

Considerando una rete stradale con un certo numero di auto circolanti, è dimostrabile con un esempio che un’estensione della rete stradale può causare una ridistribuzione del traffico, che si traduce in singoli tempi di esecuzione più lunghi – non più brevi come l’intuito suggerisce, ndt (Dietrich Braess, On a paradox of traffic planning)

C’è insomma il famoso paradosso di Braess di mezzo, che ha dimostrato matematicamente come l’apertura di nuove strade e gli allargamenti delle corsie non bastino, da soli, a garantire un migliorato flusso di traffico: anzi, ciò ne può denotare addirittura una congestione. Seguendo le teorie dell’economista John Nash, del resto, va sempre tenuto in considerazione il possibile comportamento egoistico degli agenti in gioco, dato che il sistema non è cooperativo e ciò può risultare in uno stato medio stabile ben lontano dal cosiddetto ottimo sociale.



Questo blog pubblica contenuti ed offre servizi free da 11 anni. – Leggi un altro articolo a caso – Per informazioni contattaci
5/5 (1)

Ti piace questo articolo? Vota e fammelo sapere.

Questo programmatore ha realizzato un simulatore di traffico parametrico
SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919
dog ga49ec11de 1920
Torna su