Errore Too Many Redirects in WordPress: come risolverlo?

Errore Too Many Redirects in WordPress: come risolverlo?

Il problema noto come “too many redirects” affligge molti blog in WordPress soprattutto in fase di manutenzione; ci sono vari livelli che vengono coinvolti all’interno del sito, del resto, e si tratta di un errore che blocca completamente il funzionamento dello stesso su tutte o su alcune delle pagine (spesso anche lato amministrativo o backend). Chiaro che, in questi casi, il panico finisce per farla da padrone: ed è opportuno andare a capire un po’ meglio cosa fare e come fare a risolvere.

Cosa indica l’errore

Questo errore indica un problema difficile da gestire: un eccesso di redirect che rendono impossibile accedere al sito.

Too many redirects, indicato anche con la sigla err_too_many_redirects (a volte), su Chrome “redirect loop” e su Firefox “redirect della pagina” o “The page isn’t redirecting properly”, è tecnicamente una catena o loop di redirect: significa che, ad esempio, abbiamo un redirect 301 che da una pagina A punta ad una pagina B, e da B (ad esempio) di nuovo ad A. In questo caso il server del sito, dopo un paio di tentativi, abbandona la richiesta e da’ errore nel browser.

Per risolvere bisogna capire dove intervenire, anzitutto, ed agire di conseguenza.

La strategia che useremo procede un po’ per tentativi, ma la logica è sempre la stessa:

  • trovare la feature problematica (DNS, plugin, theme, database);
  • provare a disattivarla temporaneamente
  • verificare che tutto funzioni
  • riattivare la feature.

Tenete conto che questo tipo di operazioni sono per webmaster skillati (non sono per principianti), richiedono un backup prima di procedere, che è sempre opportuno avere a portata di mano e pianificare (ad esempio via UpDraft). Chiarito questo, procediamo con ordine e vediamo le più comuni cause di un err_too_many_redirects.

Errore nella configurazione del DNS

Se stavate configurando il DNS del vostro sito è molto probabile che il problema sia lì: in un record CNAME o A, nello specifico. In questo caso dovete verificare lo stato del DNS e poi cambiare la configurazione in modo corretto dal vostro pannello di controllo del dominio.

Errore nella configurazione del nome del sito

Se riuscite ad accedere al backend del sito, andate su Impostazioni (da amministratore), Impostazioni generali, e modificate i due campi testo che trovate lì; se il sito è in HTTPS, va inserito il nome dell’URL del sito con HTTPS; se il sito è in HTTP, dovrete fare lo stesso con HTTP. Per semplificare, a volte, potete usare HTTP e forzare il sito a funzionare in quella modalità anche se dovreste ricevere un messaggio di errore; ignoratelo, andate oltre, e ripreso il controllo del sito sarete pronti a riattivare HTTPS.

URL impostati male da database

Se avete recentemente fatto un dump o un trasferimento del sito da un dominio all’altro, è molto probabile che una catena di redirect vada ad essere associata ad un errore nel database; nel dump, in particolare, è necessario aggiornare gli URL del sito con il nome del dominio corretto (mediante il comando REPLACE di MySQL).

WordPress è scomodo da questo punto di vista perché gli URL del sito e di tutti gli articoli sono sempre assoluti, quindi completi di dominio, e non relativi (come sarebbe invece più comodo ed economico averli), ma tant’è: per fortuna esiste la direttiva WP_HOMEWP_SITEURL che, inseriti, nel file wp-config.php, forza WordPress a funzionare con l’URL indicato del dominio, sovrascrivendo qualsiasi altra indicazione nel database:

define(‘WP_HOME’,’http://miosito.it’);

define(‘WP_SITEURL’,’http://miosito.it’);

Ricordatevi che, soprattutto in caso di DNS non ben configurato, il nome del dominio deve essere quello corretto, ovvero – in genere – questi URL sono diversi tra loro:

miosito.it

www.miosito.it

www.miosito.it/

Trovate quello corretto, sostituitelo, provate a vedere se funziona.

Problema su file .htaccess

In alcuni casi, poi, una cattiva configurazione del file HTACCESS. Nel dubbio, fatevi un backup ed inserite il file HTACCESS standard di WordPress:

# BEGIN WordPress

RewriteEngine On
RewriteBase /
RewriteRule ^index\.php$ - [L]
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-f
RewriteCond %{REQUEST_FILENAME} !-d
RewriteRule . /index.php [L]

# END WordPress

Ovviamente questo file va bene per un sito standard in cui i file siano presenti nella root del sito, e possono esistere varianti specifiche per ogni sito. Per sapere come configurare HTACCESS nel dettaglio, infine, c’è una guida qui.

Errore Too Many Redirects HTTPS / SSL

Se c’è un problema in questi termini, potrebbe essere colpa di un plugin corrotto o non funzionante; se non riuscite ad attivare il sito e ad accedervi, rinominate la cartella wp-content/plugins in wp-content/plugins_STOP, provate a vedere se il sito funziona.

Se funziona, rinominate la cartella con il vecchio nome e provate ad attivare uno per uno i plugin vecchi; se qualcuno non funziona, ve ne accorgerete subito e dovrete in caso cancellarlo da FTP o reinstallarlo. In genere questa strategia alla lunga risolve, ma è necessario essere disposti a disattivare per un po’ alcune componenti (poco male, visto che il sito comunque non vi funziona).

Errore Too Many Redirects multisite

Se lavorate su un multi-sito in WordPress, c’è la possibilità che l’abbiate configurato male; togliete le impostazioni del multi-site dal wp-config e riprovate a caricare il sito.

Errore Too Many Redirects cloudflare

Se state usando Cloudflare (il tool per velocizzare i tempi caricamento, avere una cache ed una CDN ecc.), potreste aver configurato due volte la stessa cosa e questo “confonde” WordPress; rivolgetevi all’assistenza di CloudFlare (in inglese) per maggiori informazioni oppure, nel dubbio, riconfiguratelo senza opzioni dal pannello di CloufFlare, oppure cancellate la proprietà del sito e riconfiguratela da zero.

Alla peggio, fatevi dire dall’assistenza se può essere un problema riconducibile a CloudFlare.

Errore Too Many Redirects admin / wp-admin

Se avete un problema in questi termini, potrebbe essere colpa di un plugin corrotto o non funzionante; se non riuscite ad attivare il sito e ad accedervi, rinominate la cartella wp-content/plugins in wp-content/plugins_STOP, provate a vedere se il sito funziona. Se funziona, rinominate la cartella con il vecchio nome e provate ad attivare uno per uno i plugin vecchi; se qualcuno non funziona, ve ne accorgerete subito e dovrete in caso cancellarlo da FTP o installarlo da zero.

Errore Too Many Redirects login

Se non riuscite ad accedere al pannello amministrativo, potrebbe essere anche qui colpa di un plugin corrotto o non funzionante; se non riuscite ad attivare il sito e ad accedervi, rinominate la cartella wp-content/plugins in wp-content/plugins_STOP, provate a vedere se il sito funziona. Se funziona, rinominate la cartella con il vecchio nome e provate ad attivare uno per uno i plugin precedentemente installati; se qualcuno non funziona, ve ne accorgerete subito e dovrete in caso cancellarlo da FTP o reinstallarlo.

Errore Too Many Redirects NGINX

Se, infine, il problema di verifica su server NGINX, dovrete mettere mano alle impostazioni del server e verificare che siano tutte corrette e funzionanti.

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.