Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Tre puntini: quando, come e perchè usare «…»

I tre puntini, chiamati anche ellissi o puntini di sospensione, sono utilizzati per indicare l’omissione di parole o parti di un testo. Questo segno di interpunzione viene impiegato per suggerire una pausa, un’incertezza, un pensiero incompleto o per lasciare un’idea sospesa.

Grammaticalmente parlando, l’uso dei tre puntini può essere considerato poco corretto quando è eccessivo o improprio, poiché può rendere il testo meno chiaro o privo di precisione. Se usato troppo frequentemente, può interferire con la struttura e la coesione delle frasi.

In contesti formali, come testi accademici o documenti ufficiali, è preferibile limitare l’uso dei tre puntini per evitare ambiguità o ambivalenze nelle frasi. Tuttavia, in situazioni informali come conversazioni informali, messaggi di testo o narrativa creativa, l’uso moderato delle ellissi può essere accettabile per esprimere pause o incertezze nel discorso.

Il loro utilizzo improprio può causare ambiguità nel testo e rendere difficile la comprensione delle frasi. É sempre consigliabile fare attenzione e usare i tre puntini con parsimonia per evitare possibili fraintendimenti.

Ci sono situazioni in cui l’uso dei tre puntini è appropriato e può aggiungere valore al testo:

  1. Sospensione del discorso: Se si desidera creare un senso di suspense o interruzione deliberata nel discorso, ad esempio in narrazioni o dialoghi, l’uso delle ellissi può essere efficace.

    Esempio: “Stavo camminando nel bosco e poi ho sentito qualcosa… un rumore strano…”

  2. Pausa riflessiva o incertezza: Quando si desidera esprimere una pausa riflessiva o un’incertezza nel discorso, le ellissi possono aiutare a trasmettere questo senso di incertezza o di pensiero in sospeso.

    Esempio: “Forse dovrei… beh… prendere una decisione diversa.”

  3. Omissione di parole o pensieri non necessari: Se si vuole omettere una parte di una citazione o un pensiero che non è rilevante al contesto, le ellissi vengono utilizzate per indicare questa omissione.

    Esempio: “Secondo il suo parere… non credo sia rilevante… ma potrebbe essere importante.”

L’uso appropriato delle ellissi è legato al contesto e allo scopo della comunicazione. Quando contribuiscono alla chiarezza, all’effetto stilistico o alla rappresentazione di una pausa deliberata o di incertezza nel discorso, possono essere utilizzate in modo efficace. Tuttavia, è sempre consigliabile usarle con moderazione per evitare ambiguità o confusione nel testo.

Quando è meglio NON usare i tre puntini

l’uso eccessivo dei tre puntini al posto della normale punteggiatura può portare a frasi frammentate o poco chiare. Ecco alcuni esempi di come l’eccessiva presenza dei puntini di sospensione possa influire sulla struttura delle frasi:

  1. Frasi incomplete o interruzioni incoerenti:
    • Ero così felice… fino a quando non è successo… il resto non posso dirlo…
    • Stavo pensando di… forse è meglio se… non so…
  2. Mancanza di coesione:
    • …Ho pensato che fosse meglio… forse no… ma forse sì…
    • Mi piaceva molto… o forse no… non ero sicuro…
  3. Ambiguità nelle dichiarazioni:
    • …Mi hai detto di… andare avanti con il progetto…
    • …Non so se… andare… o rimanere…
  4. Sospensione di frasi senza un chiaro motivo:
    • …Non ho idea di… cosa stia succedendo…

Questi sono esempi di come un uso eccessivo dei puntini di sospensione possa rendere il testo frammentato, poco chiaro o ambiguo. É preferibile utilizzare la punteggiatura corretta per strutturare le frasi in modo chiaro e coerente, evitando l’eccessivo uso delle ellissi quando non è necessario o appropriato.

👇 Da non perdere 👇



Questo sito esiste da 4519 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4036 articoli (circa 3.228.800 parole in tutto) e 16 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it