Come richiedere lo SPID

Argomenti: , ,
Pubblicato il: 25-03-2021 10:04 , Ultimo aggiornamento: 26-03-2021 18:00

Lo SPID, ovvero il Sistema Pubblico di Identità Digitale, è un progetto, nato nel 2014 e attivo dal 2016, che permette ai cittadini di utilizzare un unico sistema di accesso tramite identificazione, per usufruire sia dei i servizi online della Pubblica Amministrazione, sia dei privati che hanno aderito.

Nasce come strumento per facilitare la vita ai cittadini e alle imprese diffondendo l’utilizzo dei sistemi online, che verrebbero così sostituiti ai canali tradizionali, come sportelli e uffici fisici, con la loro lunga e, a volte estenuante, gestione delle pratiche burocratiche.

Cos’è lo SPID?

Lo SPID in pratica è un’identità digitale costituita da credenziali personali, nome utente e una password, che vengono rilasciate a un cittadino e che lo identifica in modo univoco. L’utente può utilizzare lo SPID per connettersi ai siti dei servizi della Pubblica Amministrazione, senza dover creare account diversi, risparmiando così notevolmente tempo.

I cittadini che si registrano possono utilizzare in modo semplice, veloce e sicuro i servizi erogati online dalla PA connettendosi da computer, tablet e smartphone.

Dall’inizio della pandemia si è potuto osservare un via e più crescente numero di identità attivate, tanto che nel 2021 lo SPID ha superato i 17 milioni di utenti.

Nell’ “era Covid” lo SPID ha permesso l’accesso ad alcune misure di sostegno, come ad esempio, il reddito di emergenza e le indennità INPS.

Esempi di uso dello SPID

Lo SPID permette di utilizzare molti servizi di fondamentale importanza per il cittadino, tra oltre 5.300 amministrazioni locali e centrali, enti pubblici (anche europei) e agenzie.

Qualche esempio:

  • Accesso a tutte le pratiche e servizi INPS e INAIL
  • Agenzie delle Entrate per pagamento tasse
  • Registrare un contratto di locazione
  • Prenotare una visita in ospedale
  • Visualizzare la propria posizione nel cassetto fiscale
  • Usufruire dei servizi dell’Anagrafe
  • Utilizzare la fatturazione elettronica
  • Consultare programmi e bandi per i finanziamenti

Sono solo alcuni dei servizi cui i cittadini possono accedere grazie allo SPID, venendo agevolati nelle consultazioni e per lo svolgimento di numerose pratiche. Potete leggere la lista completa sul sito dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Principali provider di firma digitale: come si ottiene lo SPID

Utenti singoli e aziende, possono scegliere liberamente il loro gestore dello SPID tra i vari provider accreditati al rilascio della firma digitale e che gestiscono l’autenticazione di chi si registra.

Per ottenere lo SPID è sufficiente:

  • Essere maggiorenni
  • Essere in possesso di un documento di riconoscimento italiano
  • Possedere la tessera sanitaria con codice fiscale
  • Avere un indirizzo e-mail attivo
  • Avere un numero di telefono

Per le imprese lo SPID può essere richiesto dal rappresentante legale. Questo potrà poi operare per conto dell’azienda sui siti della Pubblica Amministrazione dedicati alle imprese.

Basta scegliere il sito di uno degli otto gestori di identità digitale, tra Aruba, Infocert, Poste, Sielte, Tim, Register.it, Namirial, Intesa; seguire tutte le procedure per la registrazione e l’identificazione, scegliendo infine la modalità di riconoscimento che si preferisce, ovvero in presenza o a distanza. In presenza si può fare fissando un appuntamento presso il domicilio del richiedente. A distanza, può avvenire tramite webcam, firma digitale, smart card o documenti digitali di identità.

Il livello di sicurezza adottato per lo SPID è quello dell’autenticazione a due fattori, con password e PIN “dinamico”, ovvero che cambia sempre a ogni accesso.

Per la tutela della privacy, è vietata la tracciatura delle attività di un cittadino che utilizza lo SPID.

4.67/5 (3)

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Come richiedere lo SPID di Laura Azzariti su Trovalost.it
Come richiedere lo SPID (Guide, Assistenza Tecnica, Capire PEC e firma digitale, Mondo Lavoro)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost