Migrare un sito in WordPress Da locale a remoto, da remoto a locale e anche da sito1.it a sito2.it

<span class="entry-title-primary">Migrare un sito in WordPress</span> <span class="entry-subtitle">Da locale a remoto, da remoto a locale e anche da sito1.it a sito2.it</span>

Dovete spostare il vostro sito in WordPress e non sapete come fare? Vi piacerebbe riuscire a migrare il sito senza impazzire con FTP?

Migrare un sito WordPress a mano

La procedura per trasferire un sito web in WordPress è abbastanza facile, e consiste in tre fasi diverse:

  1. copiare i file PHP HTML CSS JS via FTP (leggi i dettagli su FTP);
  2. effettuare un dump del database; se necessario, dovrete sostituire tutte le occorrenze nel database, con un editor di testo,  da sito1.it a sito2.it
  3. configurare il DNS (necessario solo se passate da sito1.it a sito2.it);
  4. adattare i file di configurazione da una configurazione all’altra.

Tutto piuttosto semplice, insomma, se non fosse che molti si perdono nei meandri di questo tipo di operazioni, tra permessi CHMOD che non funzionano a dovere, copie di database molto corpose e DNS che non si propagano come e dove vorremmo. La soluzione di cui vorrei parlare in questa sede è un po’ diversa, perchè mi sembra più adatta ad un principiante che non sia troppo pratico con file FTP e database. Ovviamente poi vi conviene provare la soluzione per capire, soprattutto, se faccia davvero al caso vostro: a mio avviso in parecchi casi sarà la soluzione ideale.

Pubblicità

Migrare un sito WordPress con un plugin

WP Clone (eccolo, è gratis!) è uno dei plugin gratuiti per WordPrss più semplici e veloci per clonare un sito, ovvero effettuare una tra le seguenti operazioni:

  • migrazione del sito da locale a remoto (utile in caso di messa online o implementazione di modifiche);
  • migrazione del sito da remoto a locale (tipico per fare manutenzione);
  • migrazione del sito da locale a remoto (ad esempio se state cambiando dominio);
LEGGI ANCHE:  Come mettere offline un sito WordPress per manutenzione

WP Clone facilita il lavoro degli sviluppatori permettendo quindi di creare copie fedeli del vostro sito in WordPress, in quanto ci risparmia addirittura la necessità di utilizzare FTP. Infatti per effettuare la copia del sito (ad esempio da A, sito originale, a B, sito copi) basta installare su B una copia “pulita” di WordPress, e poi installare sia su A che su B il plugin in questione. Tra l’altro, la copia che viene effettuata è molto selettiva, in quanto non vengono copiati i file di sistema ma soltanto quelli che davvero serve copiare, evitando quindi di “portarsi dietro” eventuali errori del sito, falle di sicurezza e simili.

La copia avviene mediante connessione HTTPS diretta, sfruttando peraltro la compattazione via ZIP dei file in modo da economizzare tempo, banda e spazio richiesti per le operazioni. Non sono richieste particolare librerie PHP per poter funzionare, per cui funziona sia su VPS e dedicati che sui classici hosting condivisi. In particolare, inoltre, se questo plugin non fa guadagnare nulla in termini del punto 3 (la configurazione dell’host origine e destinazione devono comunque essere fatte, con calma, prima di iniziare la procedura), evita soprattutto di passare al punto 4, quello di configurare i file del vostro CMS, che è quella che crea forse maggiori problemi in fase di migrazione.

In caso di particolari configurazioni del vostro server, è possibile che il plugin non riesca a funzionare a dovere: ma si tratta comunque, stando al sito ufficiale, di un caso o due su dieci.

LEGGI ANCHE:  Differenza tra tag e categorie in WordPress

Download: WP Clone

Photo by Brian Rinker

Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Migrare un sito in WordPress

Votato 10 / 10, da 1 utenti