La frenesia inutile di registrare nuove estensioni di dominio

La frenesia inutile di registrare nuove estensioni di dominio

Da qualche tempo si è aggiunta per gli utenti l’opportunità di registrare domini con estensioni aggiuntive (qui la lista completa da me redatta qualche tempo fa). Non ci sono dubbi che queste nuove opzioni siano davvero ghiotte da un punto di vista commerciale, tant’è che molti provider secondo me ne stanno vagamente approfittando.

panic-attack-symptoms

Registra il tuo nome con le nuove estensioni, prima che lo faccia qualcun altro!

Corriamo ai ripari, insomma: tra i vari registrant di domini (solitamente hosting tra cui HostingVirtuale, SupportHost ed altri ancora) secondo molte pubblicità bisognerebbe registrare le estensioni del proprio brand rimaste libere perchè altrimenti qualcuno (ad esempio un competitor privo di scrupoli) ci potrebbe rubare questo privilegio. Ma il dominio registrato non è altro che uno spazio virtuale in cui possiamo pubblicare quello che vogliamo, e che presenta una scadenza come qualsiasi altro: del resto, è giustificata la preoccupazione di molti. Da un lato, pero’, c’è da dire che lo spazio di indirizzi è crescente nel tempo, per cui si rischia di spendere letteralmente un capitale senza alcun freno, anche in considerazione del fatto che usciranno fuori sempre nuove estensioni, e molte di essere non saranno neanche disponibili a prezzi propriamente economici.

Ci sono brand molto grossi che, giustamente, vogliono tutelare il proprio nome sul web e registrano mio-brand con tutte le estensioni possibili. Ma è sempre la scelta giusta? Di sicuro è una scelta sbrigativa e, peraltro, pure molto dispendiosa (il costo dei domini è ricorrente annualmente, peraltro).

Pero’ secondo me c’è modo e modo, e bisogna sempre analizzare lo scenario prima di fare qualsiasi scelta: se un dominio vi viene “rubato” e considerate diffamante il suo contenuto, o che violi scorrettamente la vostra proprietà intellettuale, diventa solo ed esclusivamente una questione da risolvere per via legale. Inutile, secondo me, mettersi in testa di risolvere la cosa per via virtuale e proteggersi, perchè sarebbe come comprare tutte le serrature di tutte le ferramenta per ridurre il rischio che qualcuno ci entri in casa. Il rischio, insomma, ci sarà sempre, anche a costo di spendere un capitale, e comprare tutti i domini col proprio nome con tutte le estensioni… non è neanche una cosa facilissima da gestire.

Molti provider giocano su questa falsariga per indurre gli utenti a comprare il più possibile, e sono davvero pochi quelli che non lo fanno (purtroppo). Del resto, cosa farete dei domini comprati in previsione? Molte aziende fanno un redirect 301 sul sito principale (scelta più saggia, in molti casi), e se non lo fanno avranno n siti da gestire, n potenziali duplicati da aggiornare, rischio confusione tra utenti, dispersione di visite e chi più ne ha, ne metta. Finally, ogni anno si presenterà il problema: rinnovare o meno? Sono tutte cose che vanno, secondo me, tenute in conto e non poco, e  francamente non capisco perchè si parli così poco di problematiche del genere, nella frenesia consumistica di vendere tutto ad ogni costo.

Siete ancora sicuri che registrare 20 domini col vostro nome sia la scelta giusta?

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.