Moodle: cos’è, i suoi requisiti e come installarlo


Generalità  su Moodle

Annuncio:
Hosting Siteground per il tuo sito con Keliweb
Ti serve un hosting per WordPress? Scopri Siteground

Moodle (Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment) è una piattaforma di e-learning ed ambiente per l’apprendimento modulare per il web, sviluppata in PHP e Javascript ed utile per gestire portali di corsi di formazione. Il suo modello di sviluppo open source permette all’utente sia di riutilizzare componenti software scritte da altri che di scrivere le proprie.

Dove scaricare Moodle

àˆ possibile scaricare Moodle dal sito ufficiale, oppure facendo un clone dal repository git:

git clone -b MOODLE_310_STABLE git://git.moodle.org/moodle.git

Requisiti hardware

Moodle per funzionare in modo corretto possiede i seguenti requisiti.

  • Spazio su disco: circa 200 MB solo per il codice, almeno 5GB per i dati da memorizzare (stima dal sito ufficiale)
  • CPU da 1GHz minimo, idealmente 2GHz
  • In genere la richiesta di memoria può essere molto esosa: si parte da almeno 512MB di RAM, in media 1 GB e su grossi server in produzione fino ad 8GB

Moodle è scalabile con facilità  su server di qualsiasi taglia.

Requisiti sistema operativo

Sono supportati tutti i principali sistemi operativi Linux (consigliato) e Windows; Moodle è stato testato con successo su Windows XP/2000/2003, Solaris 10 (Sparc and x64), Mac OS X e Netware 6.

Requisiti server

Vengono supportati ufficialmente Apache e IIS, con supporto beta (quindi non garantito al 100%) anche per lightttpd, nginx, cherokee, zeus e LiteSpeed.

Requisiti database

Sono supportati i seguenti database:

  • MySQL minimo 5.7 (da Moodle 3.9 in poi)
  • PostgreSQL minimo 9.6 (da Moodle 3.9 in poi)
  • MariaDB minimo 10.2.29 (da Moodle 3.8 in poi)
  • MSSQL minimo 9.0
  • Oracle minimo 11.2
  • SQLite minimo 2.0

Ovviamente il PHP deve disporre di un modulo di collegamento al tipo di database scelto (ad esempio mysqli).

Requisiti PHP

Ci vuole PHP almeno versione 5.3.2, ma ovviamente è suggerito l’uso di PHP 7 sulle versioni più recenti. Da Moodle 3.8 in poi le versioni supportate di PHP partono dalla 7.2.0, quindi si possono utilizzare anche PHP 7.3.x e 7.4.x.

Sono anche richiesti i seguenti moduli PHP obbligatoriamente perchè Moodle possa funzionare in ogni sua parte:

iconv, mbstring, curl, openssl, tokenizer, xmlrpc, soap, ctype, zip, 
gd, simplexml, spl, pcre, dom, xml, intl, json, opcache.

Browser supportati

Moodle è compatibile con i seguenti browser:

Desktop:

  • Chrome
  • Firefox
  • Safari
  • Edge

Da Moodle 3.10 non è più supportato Internet Explorer.

Mobile:

  • MobileSafari
  • Google Chrome

Per una migliore esperienza utente e per una maggiore sicurezza si consiglia di tenere il browser aggiornato.

Installazione

Una volta scaricato il sorgente, copiare il contenuto della directory moodle nella directory var/www/html di Apache. Bisogna assicurarsi che il web server non abbia permessi di scrittura nella cartella contenente il codice di moodle, questo per motivi di sicurezza.

Creare la directory vuota var/www/moodledata, qui verranno salvati dati relativi a cache, sessioni e i media caricati su moodle. Si può scegliere anche un percorso diverso purchè lo si specifichi nel file di configurazione var/www/html/config.php, non dobbiamo preoccuparci dei permessi di moodledata poichè il file di configurazione contiene le istruzioni per farlo.

Dalla versione 3.10 in poi non c’è bisogno di inserire le corrette impostazioni in config.php, lo si potrà  fare direttamente dal browser, compilando opportunamente dei form durante la fase di installazione.

Usando il database server scelto si deve creare un database vuoto al quale connettere moodle.

A questo punto se si avvia Apache e si digita localhost nella barra degli indirizzi del browser, si potrà  installare moodle seguendo la procedura guidata.
La prima pagina che si vedrà  apparire sul browser sarà  la seguente:


Scegliendo Continua, si potrà  installare Moodle seguendo la procedura guidata. Nulla di complicato, basterà  inserire alcuni dati riguardanti l’account di amministrazione, scegliere la località  geografica, la lingua, il nome del sito e poco altro.

Terminata l’installazione, Moodle ci si presenterà  in questa forma

Il tema che viene impostato di default si chiama Boost, può essere però cambiato con uno a nostra scelta.

(fonte)

Lasay0414, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

👇 Da non perdere 👇



Questo sito web esiste da 4553 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4149 articoli (circa 3.319.200 parole in tutto) e 20 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.