PHP: il linguaggio per il web più amato dagli hosting

PHP: il linguaggio per il web più amato dagli hosting

Cos’è PHP

PHP è forse il più popolare linguaggio di scripting server side presso i clienti dei vari hosting, e questo per una varietà di ragioni: prima di tutto esso, grazie alla cooperazione con MySQL (mediante una apposita estensione installata solitamente in modo standard sui vari server) permette a WordPress e Joomla! di funzionare. Esso fornisce un ampio supporto per funzionalità di  degli errori, ad esempio, facilitando enormemente la fase di produzione e sviluppo dei siti e dei servizi web in generale.

Esempi di PHP

PHP deriva dal C, e nonostante sia snobbato da moltissimi programmatori presenta tutti i costrutti classici dei linguaggi di programmazione: cicli FOR, condizioni IF, variabili (identificate dal prefisso $) e così via. Un esempio di uso basico di PHP potrebbe essere:

$a = 0;

$a++;

echo $a;

che stamperà il valore di $ (cioè 1) dopo averlo incrementato di 1 e valorizzato a 0 inizialmente. Non molto utile, certo: ma per arrivare ad esempi più complessi bisogna comprendere bene, anzitutto, i costrutti semplici. Vale anche per chi usa PHP per modificare theme di WordPress o addirittura per creare o modificare plugin: imparate bene le cose semplici, prima di andare su quelle molto avanzate.

Vantaggi di PHP

Per quello che riguarda PHP, si tratta di un linguaggio ampiamente documentato (anche in italiano, sul sito php.net) come software totalmente open source –  questo garantisce almeno tre vantaggi:

  1. la possibilità di disporre di qualsiasi modulo aggiuntivo ci possa servire, ad esempio il mod_rewrite o il mod_pagespeed;
  2. esistono molte community (in italiano, ma soprattutto in inglese) che scrivono e discutono sull’argomento, aiutandoci così a risolvere i problemi più comuni;
  3. se le funzioni sono documentate gratuitamente, sono anche utilizzabili senza costi aggiuntivi;
  4. eventuali falle per la sicurezza sono subito note, e quasi subito corrette.

Attualmente si usa PHP 7.x

Da qualche tempo è in voga la versione 7 di PHP, su cui rimando all’articolo specifico che ho scritto. In genere è preferibile usare PHP 7.1 perchè è la versione che sembra funzionare meglio (anche Tophost me lo ha confermato tempo fa), ma questa affermazione potrebbe smettere di essere valida già a fine 2018, visto che il linguaggio si aggiorna e si evolve, e le strutture su cui si poggia variano in continuazione e sono soggette esse stesse a cambiamenti.

Versioni di PHP

In molti casi gli hosting permettono di scegliere tra le diverse versioni di PHP, e qui bisogna specificare una cosa importante: contrariamente a quello che si crede, la versione più recente non è necessariamente la migliore. Al momento in cui scriviamo la versione 7.1 è la stable, ovvero si tratta di una versione considerata affidabile per poter girare sulla maggioranza dei sistemi operativi dei server, siano essi Windows o Linux. Altre versioni precedenti potrebbero, a seconda delle architetture in gioco, essere più o meno affidabili o soggette a bug informatici: in genere comunque le alpha e le beta non sono da prendere in considerazione, per quanto recenti possano essere. Infatti queste versioni vengono rilasciate senza alcuna garanzia (in particolare le versioni alpha), e possiedono spesso funzionalità sperimentali che possono andare bene in fase di sviluppo dei siti ma, certamente, non in fase definitiva di pubblicazione del sito (in produzione, come si usa dire).

La possibilità di scegliere la versione PHP che vogliamo è quindi importante per venire incontro alle richieste di certi CMS, ma anche perchè permette un alto livello di personalizzazione, e questo in particolare sui piani di hosting VPS che fanno, in generale, configurare liberamente quello che vogliamo. L’uso di PHP non dovrebbe mai essere superficiale (nemmeno la scelta della versione da usare deve esserlo), pertanto: sia provider che webmaster dovrebbero cooperare per un mantenimento globale del sistema al meglio, quando (purtroppo) in molti casi la superficialità degli uni o degli altri porta alla maggioranza dei problemi sui siti.

Hosting e server con PHP

A livello di hosting e domini, infine, devi cercare dei servizi che supportino questo linguaggio, che è uno dei più diffusi sul web a livello di siti, per cui il problema del supporto il più delle volte neanche si pone: per sicurezza, puoi cercare anche su questo sito degli hosting PHP.

Tophost a 10,99
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

PHP: il linguaggio per il web più amato dagli hosting

Votato 10 / 10, da 1 utenti