Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Le VPN rispettano la tua privacy? Cos’è la no logs policy

E se mentre usiamo le VPN qualcuno salvasse da qualche parte tutto quello che facciamo?

I log legati alle VPN sono registrazioni di attività che vengono effettuate dai fornitori di servizi VPN (Virtual Private Network). Questi log possono includere informazioni varie, come orari di connessione, indirizzi IP utilizzati, siti web visitati e altre attività online degli utenti mentre utilizzano la VPN. La questione dei log è rilevante in quanto influisce sulla privacy e sulla sicurezza dell’utente.

Esistono diversi tipi di log che un provider VPN può registrare:

  1. Log di connessione: Questi log registrano quando un utente si connette o disconnette dalla VPN, insieme agli orari e agli indirizzi IP coinvolti. Queste informazioni potrebbero essere utilizzate per scopi di amministrazione del sistema e per risolvere problemi tecnici, ma possono anche essere utilizzate per tracciare le attività degli utenti.
  2. Log di traffico: Alcuni provider VPN possono registrare il traffico di rete effettuato dagli utenti attraverso la VPN, come siti web visitati, dati scaricati o caricati e così via. Questi log possono costituire una minaccia alla privacy degli utenti, specialmente se queste informazioni vengono utilizzate a fini di profilazione o vengono richieste da entità governative.
  3. Log di indirizzi IP: Alcuni servizi VPN possono registrare gli indirizzi IP assegnati agli utenti durante le connessioni. Questi log possono essere utilizzati per tracciare l’identità dell’utente e le sue attività online.
  4. Log di sessione: Questi log tengono traccia delle sessioni di navigazione dell’utente, inclusi i siti web visitati e il tempo trascorso su ciascuno di essi. Possono essere utilizzati per analizzare il comportamento dell’utente e per scopi di marketing.

La problematica principale riguardo ai log delle VPN è la violazione della privacy. Le persone utilizzano le VPN per proteggere la propria privacy online, nascondendo le loro attività e la loro identità agli occhi di terze parti, inclusi gli ISP (Internet Service Provider) e gli eventuali osservatori malevoli. Se un provider VPN registra dettagliate informazioni sulle attività degli utenti, c’è il rischio che queste informazioni possano essere compromesse o divulgate involontariamente.

Quando si sceglie un provider VPN, è importante cercare servizi che offrano una rigorosa “no logs policy”. Questo significa che il provider dichiara di non registrare alcuna informazione che possa essere utilizzata per identificare o tracciare le attività degli utenti. È consigliabile leggere attentamente le politiche di privacy e le condizioni del servizio prima di scegliere una VPN, in modo da avere un’idea chiara di come vengono gestiti i log e i dati degli utenti.

Che cos’è la no logs policy

La “no logs policy” (politica di non registrazione dei log) è una pratica utilizzata da alcuni servizi online, come provider di servizi VPN, servizi di messaggistica, motori di ricerca e altri, per garantire la privacy degli utenti. Questa politica implica che il servizio non registra o conserva alcuna informazione sulle attività dell’utente, come le azioni compiute, le pagine visitate, le conversazioni avute o altre attività che potrebbero essere tracciate attraverso i log di sistema.

In sostanza, una no logs policy significa che il servizio si impegna a non raccogliere né memorizzare dati dettagliati sulle attività degli utenti mentre utilizzano il servizio. Questo può essere particolarmente importante per coloro che cercano di proteggere la propria privacy online, poiché limita la quantità di informazioni che possono essere raccolte e potenzialmente utilizzate da terze parti per scopi di profilazione o sorveglianza.

Tuttavia, è importante notare che non tutte le “no logs policy” sono uguali. Alcuni servizi potrebbero dichiarare di avere una politica di non registrazione dei log, ma potrebbero ancora raccogliere alcune informazioni limitate per scopi di gestione del servizio o per rispondere a richieste legali. Pertanto, è consigliabile leggere attentamente le politiche di privacy e le condizioni del servizio di qualsiasi provider per capire esattamente cosa intendono quando affermano di avere una no logs policy.

Le politiche di non registrazione dei log possono essere importanti per gli individui che cercano di mantenere un certo livello di anonimato e privacy durante le loro attività online, ma è sempre consigliabile fare ricerche approfondite sui servizi che si utilizzano per capire meglio come vengono trattati i dati personali.

Servizi come Proton VPN e NordVPN rispettano formalmente, da quello che dicono loro stesse, questo tipo di policy.

Foto di Stefan Coders da Pixabay

👇 Da non perdere 👇



Questo portale web esiste da 4498 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4662 articoli (circa 3.729.600 parole in tutto) e 15 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it