Smartphone, videochiamate e traduzioni simultanee “profetizzate” più di 69 anni fa? Parola di Mark R. Sullivan ( e di N. Tesla)

Argomenti:
Pubblicato il: 03-01-2022 18:25 , Ultimo aggiornamento: 04-01-2022 12:54

Quando si legge di profezie varie ed eventuali sul web bisognerebbe stare sempre molto attenti a quello che si crede di sapere e a ciò che si legge in giro: il web è pieno di fake news, e tantissimi libri hanno riportato, negli anni, errori di attribuzione, di traduzione o di interpretazione legati a vari personaggi più o meno influenti. Nell’ambito delle previsioni dei telefoni cellulari, è chiaro che il primo nome che viene in mente non può che essere quello di Nikola Tesla, a cui una celebre e citatissima intervista attribuisce la prima “profezia” in assoluto della storia sulla creazione degli smartphone:

Quando la tecnologia senza fili (wireless) sarà applicata perfettamente, la terra diventerà come un gigantesco cervello comunicante, come tante particelle che interagiscono tra loro in modo ritmico e reale. Saremo in grado di comunicare l’uno con l’altro all’istante, indipendentemente dalla distanza. Attraverso la televisione e la telefonia ci vedremo e ci ascolteremo perfettamente come se fossimo faccia a faccia, nonostante distanze intermedie di migliaia di miglia; e gli strumenti attraverso i quali potremo fare il suo saranno sorprendentemente semplici rispetto al nostro telefono attuale. Un uomo sarà in grado di portarne uno nella tasca del giubbotto.

Fa impressione l’uso dei termini wireless, television e telephony considerando che siamo negli anni ’30, e che molte di quelle parole si sarebbero adeguate, col tempo, allo stadio attuale della tecnologia, mutando di fatto significato (questo aiuta a razionalizzare la questione, ovviamente).

C’è anche una storia meno nota, ma altrettanto affascinante, a riguardo: a metà degli anni Cinquanta, ci sono varie conferenze a Pasadena, in California, a tema tecnologicio. Giorno 9 aprile 1953 il presidente di una delle compagnie più in vista nel settore telecomunicazioni, Mark R. Sullivan, comunicò la propria visione sull’argomento, in modo straordinariamente accurato del futuro dei telefoni. Il News Tribune di Tacoma riportò il discorso due giorni dopo in un articolo le dichiarazioni del presidente. L’articolo originale è riportato sul web su varie fonti, e risale al The Tacome News Tribute, datato 11 aprile 1953. La traduzione dell’intervista è la seguente:

Il telefono del futuro? Mark R. Sullivan, di San Francisco, presidente dell’azienda Pacific Telephone and Telegraph, ha dichiarato in un messaggio giovedì notte: quale sarà la forma effettiva dei telefoni del futuro è, ovviamente, pura speculazione, ad oggi. Ecco la mia profezia: nel suo sviluppo finale, il telefono potrà essere portato in giro dalle persone, allo stesso in cui ci portiamo dietro un orologio. Probabilmente ciò non richiederà un disco (quello utilizzato dai telefoni d’epoca, ndt) o nulla di equivalente ad esso, e credo che gli utenti saranno anche in grado di vedersi tra loro, se lo desiderano, mentre parlano.

Sullivan sembra aver previsto, pertanto, effettivamente sia le videochiamate che la possibilità di avere dei telefoni portatili o smartphone. Non solo, ma viene anche azzeccata la previsione sulla possibilità di introdurre le traduzioni automatiche delle chiamate, feature da tempo in fase di sperimentazione con Skype:

Chi può dirlo, ma… chissà che non sia possibile tradurre (le chiamate, ndt) da una lingua all’altra?

Sullivan era chiaramente calato nel contesto dell’epoca, ed era quasi certamente a conoscenza degli ultimi sviluppi nel campo delle tecnologie telefoniche.

Immagine tratta da snopes.com – Clicca per ingrandire

 

(fonte)


Questo articolo contiene 528 parole – Questo blog esiste da 3.646 giorni.
5/5 (2)

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Smartphone, videochiamate e traduzioni simultanee “profetizzate” più di 69 anni fa? Parola di Mark R. Sullivan ( e di N. Tesla) di Max Headroom su Trovalost.it
Smartphone, videochiamate e traduzioni simultanee “profetizzate” più di 69 anni fa? Parola di Mark R. Sullivan ( e di N. Tesla) (News, Pensare)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost