Scegliere un hosting in funzione del tuo progetto online

Scegliere un hosting in funzione del tuo progetto online

Se stai per scegliere un hosting e vuoi capire quale acquistare per creare un sito web, devi certamente ascoltare quello che ho da dirti.

Infatti, prima di fare qualsiasi tipo di passo, in merito all’acquisto del tuo hosting, dove andrai a poggiare il sito web, devi valutare degli aspetti che non puoi sottovalutare.

Dunque, prima di

scegliere un hosting…

devi valutare che volume di traffico ti aspetti sul sito fin dai primi giorni della messa online. Ti aspetti un elevato volume di traffico fin dall’inizio, o prevedi un aumento soltanto dopo le prime azioni di marketing?

Per questo aspetto, cerca di essere onesto con te stesso, dato che riuscire ad avere la giusta larghezza di banda ti permetterà di non aver nessun tipo di problema futuro se dovessi avere molto traffico sul tuo sito.

Ricorda, questo aspetto influenzerà il tipo di hosting di cui hai bisogno. Per questo motivo, ti offro un paio di dritte, semplici e veloci, per poter scegliere un hosting provider giusto per te e poter finalmente fare una realizzazione sito web professionale.

  • Scegliere un Hosting Condiviso

Trovandoti a scegliere un nuovo hosting condiviso, il tuo sito web sarà localizzato su un server dove poggiano molti altri siti web. In pratica, ti verrà data la tua parte di spazio web, ma sostanzialmente ti troverai a condividere le risorse di quel server.

Immagina di vivere in un condominio dove il riscaldamento è centralizzato. Bene, la quantità di sostanza riscaldante (gas, metano) dovrà essere suddivisa per tutti gli appartamenti dell’edificio, che riceveranno una quantità idonea a tener caldo l’appartamento.

La stessa cosa accade con l’hosting condiviso: la quantità di spazio totale del server verrà suddivisa per ognuni sito web presente nello spazio host. Ogni sito avrà il suo spazio web idoneo a ricevere la giusta quantità di traffico per rimanere funzionante e non andare in crash.

Ovviamente, avere un hosting condiviso significa optare per l’opzione più economica. Questo perché il costo dell’esecuzione e della gestione di quel server è suddiviso tra tutti coloro che lo condividono. È anche il modo più semplice con cui lavorare se non hai mai gestito un sito e non hai familiarità con gli aspetti tecnici e di codifica.

Perciò, se sei alle prime armi questa tipologia di hosting è certamente una buona scelta. Sappi, però, che hai uno spazio web che funziona molto bene per un sito di base creato ad esempio con un CMS open source tipo WordPress. Tuttavia, se hai bisogno di gestire un qualcosa di particolare, dove ad esempio dovrai eseguire degli script che richiedono determinate versioni di PHP che il server non ha … beh, non sarai in grado di farlo.

Non è possibile installare tutto ciò che si desideri su un hosting condiviso e questo si fa presto a capire: lo spazio del server è condiviso con altri che non hanno le tue stesse necessità di personalizzazione.

  • Scegliere un Server VPS

Un VPS – Virtual Private Server – è certamente una soluzione migliore rispetto ad un hosting condiviso, diciamo che è un passo avanti rispetto al condiviso.

Il VPS è un server virtuale creato per chi intende utilizzare risorse ripartite su host (spazi web) di uno stesso server. In sostanza, è un server condiviso tra più computer indipendenti tra loro con un sistema di partizione.

Quindi, a differenza di un hosting condiviso, chi utilizza questo tipo di spazio web è come se avesse un suo server personale, avrà la propria RAM, il proprio CPU e tutto ciò che offre un servizio del genere.

Oltretutto, permette di lavorare su un sistema altamente configurabile, con la garanzia di tenuta energetica, di connettività alla rete e di backup giornalieri. Avrai risorse dedicate dove nessun altro utente può influire sulle prestazioni del tuo business online.

Perciò, se hai la necessità di avere notevoli risorse, rispetto a quelle offerte da un hosting condiviso, un VPS è ciò che devi scegliere. È scalabile con pochi semplici clic, è performante e puoi sfruttare la sua flessibilità nel caso tu debba espandere il tuo business man mano che i tuoi siti crescono.

  • Scegliere un Server Dedicato

Un server dedicato è un server totalmente tuo. Se scegli questo tipo di server non avrai nessun altro cliente del provider a condividere il tuo spazio web. Puoi personalizzarlo per adattarlo praticamente a qualsiasi esigenza del tuo sito. Hai il controllo completo su ogni aspetto del server.

Un server dedicato è per chi intende utilizzare in modo intensivo le risorse del server, con la massima sicurezza, in un ambiente totalmente protetto ed isolato. Essendo dedicato, offre l’esclusivo utilizzo di memoria (RAM), processore (CPU), ed uno o più hard disk.

Grazie alla sua tipologia di utilizzo, hai la possibilità di installare tutte le applicazioni di cui hai bisogno. Inoltre, potrai personalizzare ed ottimizzare a tuo piacimento sia le tue applicazioni che il sistema operativo utilizzato.

Oltre questo, a differenza di un hosting condiviso, un server dedicato garantisce un livello di sicurezza e solidità molto elevato. Per questo è da preferire se il tuo progetto prevede un enorme quantità di dati sensibili da gestire e l’utilizzo di piattaforme altamente personalizzate.

  • Connetti dominio e hosting

Una volta che hai scelto il tuo spazio web in funzione delle tue necessità, avrai la necessità di scegliere il dominio per poi registrarlo. Comunque questo è un aspetto che viene di pari passo con il la scelta del tuo piano hosting.

Infatti, solitamente, i provider ti omaggeranno del primo anno di acquisto del dominio. Quindi, scegli tranquillamente il tuo piano di hosting. In una fase successiva, durante l’acquisto del piano hosting, avrai modo di scegliere e registrare il tuo dominio.

Una volta acquistato il piano di hosting necessario, prima di poter vedere il tuo dominio attivo, potrà passare da qualche minuto fino a 72 ore per “propagarsi” completamente. Durante questo periodo, gli Internet Server Provider (ISP) ed i server noteranno le modifiche a seconda del loro Time to Live (TTL).

Cerchi un hosting per WordPress?

Prova le offerte di Keliweb



Guarda questa offerta

Una volta che è stato completamente propagato, potrai realizzare il tuo sito web. Successivamente, potrai visitarlo su un browser qualsiasi semplicemente digitando il nome a dominio da te scelto.

  • Conclusione

Spero che con questa guida sono riuscito a toglierti un pochino di dubbi. Adesso sai quale hosting scegliere in base alla tipologia di attività che intendi svolgere online. Che si tratti di un semplice sito vetrina, di un blog, di un sito Ecommerce, o di un progetto online molto più complesso, devi valutare diversi aspetti di un hosting perché non potrai fare nulla finché non hai scelto l’hosting adatto a ciò che intendi creare online.


Informazioni sull'autore

Raffaele Di Mauro

Sono un freelance, progetto siti web, faccio consulenze web, SEO e sono appassionato di tutto quello che gira intorno al web marketing. Amo la montagna, la musica a 360° e, ovviamente, mio figlio!
Ti piace questo articolo?

2 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Scegliere un hosting in funzione del tuo progetto online

Votato 10 / 10, da 2 utenti