Come sapere se un hosting supporta PHP-FPM

Come sapere se un hosting supporta PHP-FPM

In questo articolo daremo qualche indicazione pratica su PHP-FPM, il modulo per la sicurezza di PHP da qualche anno obsoleto, ma ancora utilizzato su molti server in produzione.

Ti serve un hosting?

Su Trovalost.it abbiamo catalogato per te oltre 300 offerte diverse: vieni a scoprirle subito!


Puoi cercare tra hosting condivisi, cloud, dedicati e VPS.

Fammi vedere!

Cos’è PHP-FPM?

PHP-FPM sta per FastCGI Process Manager, ed è un’alternativa molto utilizzata al classico FastCGI, con l’aggiunte di alcune caratteristiche, utili soprattutto per i siti con molto traffico in ingresso. Esso permette al sito di supportare modalità di esecuzione dei processi più efficenti, ad esempio lo spawning adattativo dei processi, gestione dei processi e possibilità di avviarli e stopparli selettivamente, un avanzato sistema di gestione, un modulo per le statistiche personalizzato, la disponibilità di moduli di emergenza utili per gli eventuali crash e molti miglioramenti specifici rispetto a FastCGI. Dal 2011 non è più considerato un modulo “sperimentale”, ed è disponibile a partire da PHP versione 5.4 in poi. Tra gli innumerevoli usi consentiti da questo modulo vi è pure, ad esempio, il mapping di un URL virtuale su uno reale.

In pratica PHP-FPM abilita una modalità più veloce ed efficente per eseguire PHP per il vostro sito web, e può essere usata sia su NGINX che su Apache. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina ufficiale php-fpm.org.

Esempi pratici di PHP-FPM

Gli esempi di uso prevedono tutti i casi in cui si desideri sfruttare la vecchia modalità FastCGI sul proprio server. Per configurare PHP-FPM sono disponibili delle indicazioni di dimensionamento dei processi child a seconda che il vostro algoritmo sia I/O based o CPU bound, come descritto qui.

Verificare se PHP-FPM è già installato

Per verificare se il modulo in questione sia attivo è solitamente necessario ricorrere ad un terminale remoto (sull’hosting dovrebbe essere attivo SSH, in sostanza). Basta inviare un comando come:

telnet 127.0.0.1 9000

in modo da verificare che effettivamente PHP-FPM sia attivo e funzionante sulla porta di default 9000.

In alternativa è possibile sfruttare la linea di comando così:

sudo netstat -tlpn | grep :9000

che dovrebbe restituire, se tutto va nel verso giusto, Connected to 127.0.0.1.

 

Per scoprire i migliori hosting PHP clicca qui.

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.
Leggi pure questi...