Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Urbex, cos’è e come si fa

Immagina un vecchio ospedale abbandonato, chiuso da decenni e lasciato alla mercé del tempo. Le finestre sono rotte, le pareti sbiadite e la natura inizia a reclamare il suo spazio con piante che crescono tra le crepe del pavimento di cemento. L’ingresso principale è bloccato da una catena arrugginita, ma attraverso una porta sul retro, lasciata aperta o forzata da precedenti visitatori, si può entrare. Una volta dentro, l’aria è pesante di silenzio e un’atmosfera carica di storia. Si cammina attraverso corridoi vuoti, dove le ombre sembrano danzare tra le macerie e le vecchie attrezzature mediche. I graffiti decorano le pareti, aggiungendo un tocco di colore a un ambiente altrimenti desolato.

Si possono trovare stanze con letti arrugginiti e orologi che segnano ancora l’ora di quando l’ospedale era in funzione. Nelle sale operatorie, le luci pendono dal soffitto come corpi in decomposizione di un’era passata. Tuttavia, nonostante la decadenza e l’abbandono, c’è una bellezza malinconica in questo luogo dimenticato. I fotografi urbani possono trovare ispirazione nella simmetria delle sale, nelle trame dei dettagli architettonici e nell’interplay tra luce e ombra che permea ogni angolo.

L’esperienza di un’explorazione urbana come questa può essere affascinante e allo stesso tempo spaventosa, poiché ci si confronta con il passato e la fragilità della vita umana.

Etimologia urbex

L’etimologia di “urbex” è una combinazione delle parole “urban” (urbano) e “exploration” (esplorazione) in lingua inglese. “Urban” deriva dal latino “urbanus”, che significa “relativo alla città”, mentre “exploration” ha radici nel latino “explorare”, che significa “esaminare attentamente, cercare, scoprire”. Quando queste due parole vengono combinate, formano “urbex”, che indica l’attività di esplorare luoghi urbani, come edifici abbandonati, strutture industriali o altre aree urbane poco frequentate.

Significato urbex

“Urbex” è un’abbreviazione di “urban exploration”, che in italiano significa “esplorazione urbana”. Si tratta di un’attività in cui le persone visitano luoghi abbandonati o poco frequentati, come edifici dismessi, strutture industriali, ospedali, fabbriche, stazioni ferroviarie, tunnel, ecc., per esplorarli, fotografarli o documentarli.

L’urbex può essere considerato un hobby o una forma di espressione artistica per alcune persone, che trovano fascino nell’esplorare luoghi abbandonati e catturare la loro atmosfera unica attraverso la fotografia o altri mezzi. Tuttavia, è importante notare che l’urbex può comportare rischi, come l’accesso illegale a proprietà private, pericoli strutturali negli edifici abbandonati, la presenza di detriti o materiali pericolosi, nonché implicazioni legali.

Per questo motivo, coloro che praticano l’urbex sono spesso incoraggiati a farlo in modo sicuro e rispettoso dell’ambiente circostante, evitando di danneggiare o rubare proprietà e rispettando eventuali segnalazioni di divieto di accesso o proprietà private.

👇 Da non perdere 👇

Vuoi pubblicare il tuo articolo su questo portale? Cercaci su Rankister (clicca qui) .



Questo sito esiste da 4517 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4030 articoli (circa 3.224.000 parole in tutto) e 16 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it