Vantaggi e svantaggi di un hosting condiviso


Pubblicato il: 6 Novembre 2020 , Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2020

Per capire a fondo il concetto di hosting condiviso e di annessi vantaggi e svantaggi bisogna fare un passo indietro al concetto generico di hosting. Quest’ultimo, altri non è che un servizio messo a disposizione dai web server grazie al quale gli utenti di ogni genere hanno la possibilità di usufruire di un server per appoggiare siti web o pagine online e renderli accessibili a tutti gli utenti online.

Ci sono differenti soluzioni di hosting in commercio, ognuna delle quali offre ai clienti un determinato servizio più o meno idoneo a determinati utilizzi.

In genere la suddivisione si basa su tre grandi categorie, ovvero hosting gratuito, hosting VPS e hosting condiviso.

Fatto questo doveroso preambolo per inquadrare bene il discorso, con l’aiuto degli amici di www.webhosting.it, gli esperti del settore, andiamo ad analizzare nel dettaglio la portata dell’hosting condiviso, i suoi vantaggi e i suoi svantaggi.

La portata dell’hosting condiviso

L’hosting condiviso, argomento di nostro interesse, rappresenta un servizio a pagamento che le aziende offrono agli utenti sul web, i quali possono usufruire di un determinato server con certe specifiche atto a contenere fisicamente i dati dei singoli siti.

Per definizione un hosting condiviso è una tipologia di hosting che condivide per più siti uno stesso server, ergo stesse risorse, uguale spazio fisico, uguale RAM, uguale processore e così via.

Ogni utente può scegliere solitamente tra vari pacchetti per selezionare quello di suo interesse, adatto cioè a quelle che sono le specifiche esigenze.

Di norma le aziende che si occupano di condivisione hosting hanno a disposizione per i clienti tre tipi di pacchetti: hosting condiviso di base per siti di piccole dimensioni, uno per siti di medie dimensioni ed uno per portali di grandi dimensioni.

In tal modo ogni utente privato o professionista può individuare il prodotto che meglio si modella rispetto alle proprie aspettative.

Gli hosting condivisi devono essere legati ad un dominio personalizzato di secondo livello e quindi a pagamento che possiamo acquistare ovunque vogliamo, ma che spesso è incluso gratuitamente nel servizio.

Vediamo adesso quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un server condiviso.

Hosting condiviso: i vantaggi

Già da come abbiamo inquadrato molto sommariamente il discorso, si può evincere che si tratta di un servizio molto vantaggioso, a cui più utenti si affidano per perseguire i propri scopi.

Ne consegue che un utente che decide di usare un hosting condiviso potrà beneficiare di:

  • Pagamento una volta l’anno del servizio scelto con i metodi più comuni come bonifico bancario o Paypal;
  • Possibilità di scegliere tra più servizi hosting condiviso;
  • Servizio molto più economico rispetto al VPS;
  • Vari pacchetti disponibili tra cui scegliere;
  • Semplice installazione, pratica e guidata;
  • Possibilità di installare e gestire il servizio senza l’intervento di professionisti e tecnici;
  • Sicurezza disponibile grazie ai gestori professionisti che se ne occupano per noi;
  • Backup automatico del proprio sito web su base periodica e prestabilita;
  • Assenza di una macchina fisica presente in ufficio o in sede, i cui costi di manutenzione sono da sostenere per l’utente/cliente finale;
  • Riparazioni eseguite dal provider e senza costi per gli utenti;
  • Possibilità di gestire in maniera personalizzata il servizio per cui si è optato.

Hosting condiviso: gli svantaggi

Ma quali saranno i contro di questi servizi?

Sicuramente come ogni cosa, c’è da valutare il rovescio della medaglia, perché certo hai il vantaggio di pagare un servizio davvero poco, ma sicuramente non potrai “hostare” siti di portata molto grande.

Quando acquisti dunque un hosting condiviso che permette ad altri siti web oltre al nostro di poterlo sfruttare devi sapere che:

  • L’uso del server cui ti appoggi ha una portata limitata al pacchetto d’acquisto. La qual cosa, più semplicemente vuol dire che se necessiti di più spazio o di maggiore potenza sarai costretto ad effettuare un upgrade del pacchetto ad uno più elevato;
  • Tutte le risorse disponibili sul server si suddividono (e condividono) tra i vari utenti;
  • Se uno degli utenti tende a incanalare un ingente traffico rispetto a quello che effettivamente potrebbe sostenere il server web tutti i siti appoggiati sul questo determinato server saranno rallentati e ne subiranno le conseguenze;
  • Non si possono creare delle prestazioni personalizzare del proprio web hosting in quanto il solo che può gestire l’intera macchina fisica è il provider.

Come si fa a scegliere un hosting condiviso

Sorge spontaneo dunque domandarsi come bisogna fare per avvalersi di un hosting condiviso che sia di qualità.

Nell’insieme i vantaggi sono più degli svantaggi, ma in linea generale ci sono delle valutazioni precise da fare, considerato anche che tipo di esigenze ha il nostro sito web e cosa noi ci aspettiamo da un servizio hosting condiviso.

Solo al termine di una dettagliata analisi si potrà decidere se acquistare o meno un simile prodotto.

Se ad esempio possiedi un e-commerce di piccole dimensioni, con un catalogo prodotti non molto vasto, l’hosting condiviso potrebbe anche essere una buona idea, dal momento che il tuo sito non avrà particolari esigenze.

Di contro, un e-shop di grandi dimensioni ha bisogno di un servizio su misura per lui, creato cioè per far fronte ad ogni minima necessità. In questo caso l’hosting condiviso potrebbe non fare al caso tuo.

Qualunque cosa tu debba acquistare per il tuo sito web, puoi farlo solo avendo nelle mani dati e statistiche. Questo perché se si verifica un improvviso picco di traffico o un numero di visite considerevole, l’idea di avere un hosting condiviso potrebbe non essere più saggia come all’inizio.

Ricordati sempre che il sito online è la tua finestra sul mondo del web, e se non fornisce una certezza o una piccola garanzia ai visitatori, perderà quota sin da subito.

Valuta bene quindi se sia o meno il caso di optare per l’hosting condiviso.

SMSHosting Codice PROMO: PRT96919 Servizio di SMS Marketing - Per inviare SMS promozionali a basso costo Scopri il servizio
Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Vantaggi e svantaggi di un hosting condiviso di Max Headroom su Trovalost.it
Vantaggi e svantaggi di un hosting condiviso (Guide)

Articoli più letti su questi argomenti: