Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Perchè è difficile cambiare idea (dopo averla espressa in pubblico)?

Sapreste rispondere alla domanda del titolo? Forse non ci avevate mai pensato a fondo, ma dire una cosa pubblicamente e poi cambiare idea ci espone al rischio di passare per incoerenti, e questo vale ad esempio se esprimiamo un parere politico. Se dessi sostegno ad un candidato X (visto che siamo in tempi di elezioni) e poi dopo un mese dovessi criticarlo, cambiando idea, il bias cognitivo mi impedirebbe di farlo serenamente. Fermo restando che solo i fissati (per non dire gli sciocchi) non cambiano mai idea, proviamo a capire meglio perchè sia cosଠcomplicato cambiare idea “solo” – si fa per dire, come vedremo! -  per il fatto di averla espressa pubblicamente.

Pensare bene prima di parlare è un’ottima regola al giorno d’oggi, ma lo è ancora di più se rapportata al parlare in pubblico. Un ambito, quello del public speaking, in cui ci sono tanti dubbi e perplessità  annesse, e che si esplica in una serie di suggerimenti ed apposito “addestramento” per poter superare blocchi ed ansie di vario tipo.


Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui) - Puoi anche usare il coupon sconto esclusivo 7NSS5HAGD5UC2 per spendere di meno ;-)

Parlando in generale, gli esperti suggeriscono di pensare molto bene a ciò che si dice in pubblico, soprattutto se siete politici o personaggi pubblici: dopo averlo fatto sarà  difficile dichiarare il contrario e dire di aver cambiato ideale. Questo in effetti possiede anche un vantaggio indiretto: quando ad esempio avete intrapreso una nuova strategia aziendale da cui non intendete recedere, può essere utile comunicarlo al maggior numero di persone possibile. Averlo detto in giro aiuterà  a non cambiare rotta e a non farvi influenzare, anche se ovviamente non sarà  esente da altro genere di rischi – come quelli descritti nell’articolo sulle cose poco razionali che tendiamo a fare un po’ tutti.

Il politico e lo stratega aziendale in genere dovrebbero, pertanto, ricordare il motto espresso da Rudyard Kipling:

«Se riesci a parlare con le folle senza perdere la tua virt๠[…], sarai un uomo, figlio mio»

Evitate, pertanto, di effettuare e prendere decisioni in gruppo che mai da soli prenderebbero, soprattutto valutando il proprio stato d’animo ed evitando di farsi influenzare dalla propria emotività . Il rischio di ricadere in un bias cognitivo è sempre alto, e non deve essere sottovalutato per non inficiare il risultato ottenibile. Non bisognerebbe neanche, visto che ci troviamo, farsi troppo impressionare dalle opinioni di alcuno, perchè dovremmo sempre chiederci se i pareri altrui giovino davvero ai nostri obiettivi, anche se dovessero provenire da esperti (i quali potrebbero sbagliare esattamente come i profani, lo ricordiamo, anche quando sembrano dalla parvenza infallibile).

👇 Da non perdere 👇



Questo sito esiste da 4516 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4028 articoli (circa 3.222.400 parole in tutto) e 16 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
5/5 (1)

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it