Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Inter Real Sociedad, dove la fanno (come fa l’Inter ad arrivare prima?)

E’ il momento della verità per l’Inter. Dopo l’epica vittoria contro l’Udinese, la squadra di Simone Inzaghi si prepara per un duello titanico contro il Real Sociedad nel gran finale della fase a gironi di Champions League. Il palcoscenico è pronto, martedì 12 dicembre alle 21:00, e l’emozione sarà in diretta su Canale 5, SkySport, Now e Infinity. La fanno in chiaro, quindi non serve abbonarsi o acquistare nulla, questa volta.

Le pedine sono pronte a scendere in campo per questo scontro epico. Inzaghi dovrebbe disporre la sua squadra con un solido 3-5-2, puntando su una difesa a tre composta da Bisseck, Bastoni e Acerbi, mentre Sommer sarà il guardiano del fortino. Il centrocampo sarà dominato da Barella, Calhanoglu e Frattesi, con Darmian e Dimarco pronti a far valere la loro presenza lungo le fasce. In avanti, il pericoloso duo Lautaro-Thuram promette spettacolo e gol.

Ma c’è molto in palio oltre la gloria di questa sfida. Entrambe le squadre sono già qualificate, ma stasera si contenderanno il trono del Gruppo D. La vittoria non solo garantirà il primo posto, ma anche un vantaggio strategico cruciale: evitare colossi come Bayern, Manchester City, Real Madrid e altri giganti europei nella prossima fase.

Ecco cosa è in gioco: l’Inter primeggia nel girone solo se porta a casa una vittoria. Un pareggio o una sconfitta permetterebbero al Real Sociedad di mantenere la vetta. Il confronto diretto dell’andata, finito 1-1, aggiunge suspense a questa battaglia per la leadership.

Il resoconto attuale del Gruppo D vede il Real Sociedad in testa con 11 punti, seguito dall’Inter con la stessa somma. Salisburgo segue con 4 punti, mentre Benfica chiude la classifica con 1 punto. Una notte di fuoco, una partita che può cambiare il destino. L’Inter è pronta a lottare per la gloria e per conquistare la vetta. Segui l’azione e preparati a un confronto da brividi, in una notte che potrebbe definire il cammino europeo di entrambe le squadre.

La classifica prima della partita

Dopo cinque partite giocate, questa è la situazione del gruppo D:

Real Sociedad, 11 punti
Inter, 11 punti
Salisburgo, 4 punti
Benfica, 1 punto

Le prime due sono già qualificate essendo irraggiungibili per le altre due; il Salisburgo è già in EL per cui l’altra partita sarà poco più di una formalità, a livello di motivazione.

Che succede in caso di pareggio?

La corsa alla vetta potrebbe finire in un pareggio, ma cosa succede se entrambe le squadre arrivano a pari punti? Ecco i criteri che entrano in gioco per rompere l’equilibrio e stabilire il dominatore:

  1. Punti nelle partite dirette: Si guarda innanzitutto alle partite dirette tra le squadre coinvolte. Chi ha ottenuto più punti in questi scontri diretti prende la leadership.
  2. Differenza reti negli scontri diretti: Se il punto precedente non risolve la situazione, si guarda alla differenza reti nelle partite dirette. Chi ha una differenza reti migliore si piazza avanti.
  3. Gol segnati negli scontri diretti: Se ancora siamo appesi al filo, si esamina il numero di gol segnati nelle partite dirette. Più gol significano una posizione migliore.
  4. Differenza reti in tutto il girone: Se l’impasse persiste, si amplia la ricerca alla differenza reti di tutte le partite nel girone. Chi ha una miglior differenza reti conquista la vetta.
  5. Gol segnati in tutto il girone: Si guarda al totale dei gol segnati in tutte le partite del girone. Chi ha segnato di più sale in classifica.
  6. Gol segnati in trasferta: Se tutto è ancora in bilico, si dà importanza ai gol segnati in trasferta in tutte le partite del girone. Più gol segnati in trasferta significano vantaggio.
  7. Vittorie in tutto il girone: Si conta il numero totale di vittorie in tutte le partite del girone. Maggiore è il numero di vittorie, migliore è la posizione.
  8. Vittorie in trasferta: Si guarda al numero totale di vittorie in trasferta in tutte le partite del girone. Chi ha più vittorie in trasferta si avvantaggia.
  9. Punti disciplinari: Si sommano i punti disciplinari basati sui cartellini gialli e rossi ricevuti da giocatori e ufficiali di squadra in tutte le partite del girone. Cartellino rosso vale 3 punti, giallo vale 1 punto e un’espulsione per due cartellini gialli in una partita vale 3 punti.
  10. Coefficienti UEFA: Se tutto il resto è ancora in stallo, si guarda al coefficiente UEFA del club. Un coefficiente più alto potrebbe rompere l’impasse e stabilire la posizione finale.

Un labirinto di regole e criteri che potrebbero fare la differenza tra la gloria e l’amaro, ma questo è il mondo affascinante e complicato del calcio di alto livello.

👇 Da non perdere 👇



Questo sito esiste da 4462 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 6654 articoli (circa 5.323.200 parole in tutto) e 13 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.