Errore “Remove Query Strings From Static Resources”: cosa significa?

Argomenti trattati:
Pubblicato il: 26 Marzo 2021

Quando si prova ad ottimizzare la velocità del proprio sito in WordPress, è abbastanza comune imbattersi in una notifica che va sotto il nome riportato nel titolo dell’articolo:

Remove query strings from static resources

una delle notifiche più comuni – e forse meno immediatamente comprensibili – dai webmaster meno esperti. Come sempre, cercheremo di capire meglio di cosa si tratti.

Il problema: Rimuovere le Query String dalle Risorse Statiche in WordPress

In genere qualsiasi tema di un sito include file esterni CSS e JS: questo, in fase di sviluppo (e spesso anche in produzione) comporta il problema che le modifiche ai file non si riflettano immediatamente per via della cache. Fare piccole modifiche progressive a questi file e dover svuotare la cache ogni volta è poco pratico: motivo per cui alcuni developer accodano all’URL un numero di versione come parametro.

Una chiamata HTTPS che normalmente sarebbe:

https://sito.com/file.css

diventa quindi:

https://sito.com/file.css?v=25032012

Il problema è che in produzione questa scelta è considerata poco efficente, e rischia di creare incongruenze soprattutto se uno modificasse i file anche in produzione (cosa che nel web avviene più spesso si quanto si potrebbe pensare).

File CSS o JS sono considerati risorse statiche (non richiedono elaborazione, ma solo scaricamento del file stesso), motivo per cui il messaggio di errore dovrebbe adesso apparire chiaro:

Remove query strings from static resources

ovvero

Rimuovere le query strings dalle risorse statiche

Questo genere di intervento va fatto da codice, in molti casi, anche se su alcune configurazioni si riescono a togliere questi fastidiosi parametri di stringa anche via plugin o al limite action di WP.

Tool molto comuni per verificare e migliorare la velocità del vostro sito in WordPress come Google Page Speed, Pingdom Tool o GTmetrix, di fatto, evidenziano questo problema in quella forma.

Il punto è che non è possibile mandare in cache URL che abbiano un & o un ? all’interno dello stesso, per cui bisognerà prendere provvedimenti in tal senso.

Modificando il codice del theme (WordPress)

Una prima strategia risolutiva può essere la seguente: si può provare ad aggiungere al file functions.php del proprio theme (meglio ancora sarebbe inserire dentro un file isolato nella cartella mu-plugins) il seguente codice:

function _remove_script_version_trovalost( $src ){
$parts = explode( '?ver', $src );
return $parts[0];
}
add_filter( 'script_loader_src', '_remove_script_version_trovalost', 15, 1 );
add_filter( 'style_loader_src', '_remove_script_version_trovalost', 15, 1 );

Attenzione a fare questa modifica su un sito online perchè rischiate di comprometterlo e può essere fastidioso rimetterci mano (in genere basta cancellare il file che avete creato).

Installando un plugin apposito

In genere i plugin per la minificazione e compressione dei file prevedono un’opzione del genere, che non sempre è ben visibile: Autoptimize, ad esempio, la presenta sotto la sezione Altro, spuntando l’opzione:

Selezionatela e salvate le impostazioni cliccando sul bottone in basso. Questo non migliorerà da solo la velocità del sito, chiaramente, pero’ sui vari tool di misurazione della velocità può avere un effetto positivo e rimuovere la notifica in questione.

Nota: il plugin gratuito per WordPress Remove Query String from Static Sources è da qualche anno dismesso e non si può più scaricare.

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Errore “Remove Query Strings From Static Resources”: cosa significa? di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
Errore “Remove Query Strings From Static Resources”: cosa significa? (Guide, Guide per la configurazione di WordPress)

Articoli più letti su questi argomenti: