Come aprire un sito statico su GitHub

Come aprire un sito statico su GitHub

Da qualche tempo grazie a GitHub Pages si può mettere online un semplice sito statico, ad esempio a scopo test o per creare landing page direttamente usando le funzionalità del sito GitHub. Un sito statico, per la cronaca, non è altro che un sito fatto solo di JS, HTML e CSS e che possiede, ovviamente funzionalità limitate rispetto ai classici siti in WordPress o Joomla!. Vediamo come sia possibile crearne uno sfruttando semplicemente Github, il repository di codice open source che viene gestito ormai da qualche tempo da Microsoft, e che nella versione di base è gratuito.

I passi da compiere per hostare un sito statico su Github sono i seguenti:

  1. Se non ne avete uno, fatevi un account su GitHub; se già se avete uno, invece, basta fare login.
  2. Come prima cosa è necessario creare un nuovo repository, che sarà il contenitore dei file del nostro sito statico. Chiamatelo con un nome significativo e facile da ricordare, possibilmente fatto di sole lettere o numeri;
  3. A questo punto bisogna procurarsi un template come quelli di Bootstrap, o al limite creare una pagina index.html vuota e costruire direttamente i file su Github.
  4. Diversamente, se avete i file del vostro sito sull’hard disk, dovrete effettuare la sincronizzazione da locale a remoto su GitHub mediante il client a linea di comando. Esiste anche un client desktop per farlo, abbastanza semplice da usare. Una volta caricati i file, sarete pronti per il passaggio successivo.
  5. Potete mettere a punto il vostro sito direttamente in locale oppure in remoto, è la stessa cosa; assicuratevi che il sito funzioni perfettamente in locale, prima di metterlo online, ovviamente.
  6. Ora bisogna abilitare la funzionalità di GitHub Pages, che trovate cliccando qui. L’indirizzo gratuito del sito sarà del tipo: https://tuonome.github.io/nomesito123
  7. È possibile configurare un dominio di secondo livello come tuonome.com seguendo le indicazioni riportate qui, sostanzialmente configurando le zone DNS nei vari record a puntare sul dominio GitHub. La funzionalità di HTTPS sarà inclusa in automatico, per la cronaca.

0 voti


Informazioni sull'autore

Redazione

Articolo scritto in collaborazione con Trovalost.it