Downgrade WordPress: come sopravvivere alla versione 5.0

Downgrade WordPress: come sopravvivere alla versione 5.0

Tornare indietro sulle proprie scelte spesso è una caratteristica desiderabile, nei software così come (oso dire) nella vita di ogni giorno: paghiamo il prezzo delle nostre scelte, in molti casi, ed avere la possibilità di fare un bel downgrade a volte sembra interessante. Più che interessante, a ben vedere, avere la capacità di tornare indietro in WordPress ripristinando una vecchia versione, soprattutto quando un aggiornamento non è andato a buon fine, è fondamentale per garantire il funzionamento del sito stesso.

A che serve il ripristino versioni precedenti (downgrade) di WordPress

Annullare le modifiche fatte a WordPress dopo un aggiornamento di versione è possibile, ma non è previsto nel backend standard: per fare questa operazione bisogna essere in grado di agire sul sito a livello profondo, mediante FTP. Il ripristino delle vecchie versioni può essere effettuato in WordPress, nello specifico: questo può essere utile in un po’ di casi critici di malfunzionamento, e vedremo come sia possibile farlo a breve. I casi più comuni sono i seguenti:

  1. Il sito non funziona più dopo l’aggiornamento;
  2. funzionalità importanti del sito non vanno più, dopo l’aggiornamento;
  3. appare una schermata di errore nel sito che impedisce di farne uso, dopo l’update;
  4. qualche plugin o il theme usato smettono di funzionare.

Cose che sono estendibili a vari casi d’uso di WordPress, e motivo per cui ho pensato di proporre una bella guida su questo argomento.

WordPress 5.0 non funziona benissimo

Purtroppo è da molto tempo che si sente parlare di WP 5.0 e del suo famigerato componente Gutemberg: un editor del tutto nuovo che dovrebbe cambiare l’approccio, in modo positivo, allo scrivere su WP. Per quanto sia stato discusso e criticato, alla fine il momento fatidico è arrivato: l’8 dicembre 2018 sarà ricordato come cambio “generazionale” di WordPress, con tutto quello che ne consegue.

In breve:

Ho avuto modo di fare un po’ di prove – e di curiosare nel WP nuovo: cosa che ho potuto fare solo in parte, almeno ad oggi. Per quello che ho visto, infatti, testando sia un aggiornamento su un sito esistente che già gestisco che provando ad installarlo su un sito test, ci sono enormi problemi lato backend con la versione di WordPress 5.0, in particolare:

  1. con WordPress 5.0 non funziona più l’editor, nel senso che carica in parte e non sembra compatibile con i vari Divi e Visual Composer;
  2. con WP 5.0, come se non bastasse, anche il semplice salvataggio automatico di una bozza si ottiene un errore.

La cosa andrebbe comunque presa col beneficio del dubbio, visto che si tratta di test che ho effettuato ad oggi su un campione piccolo di siti – ma la tendenza ed il suggerimento generale rimane quello di sempre: non aggiornate.

Come fare il downgrade di WordPress

Da un punto di vista tecnico, fare un downgrade per ripristinare una versione precedente di WordPress significa effettuare la seguente procedura di ripristino:

  1. scaricare WordPress 4.9.8 e scompattare localmente la cartella;
  2. salvare il file .htaccess attuale;
  3. mettere il sito in manutenzione come spiegato qui (sempre via htaccess);
  4. accedere via FTP alla cartella del sito;
  5. rinominare le cartelle wp-admin e wp-includes in wp-adminOLD e wp-includeOLD (lasciare wp-content invariata);
  6. copiare nella cartella htaccess o root del sito le vecchie cartelle del file ZIP del punto 1, wp-admin e wp-includes;
  7. aprire il file wp-config.php e rigenerare le chiavi di salatura da qui (significa aprire il link e ricopiare al posto del vecchio codice quello generato dall’URL)
  8. togliere il sito dalla modalità manutenzione, ovvero ripristinare il file htaccess salvato al punto 2)
  9. fare nuovamente login nel proprio sito e godersi, finchè si può, WordPress 4.9.8.

In alternativa, come ulteriore soluzione potete sempre pensare di ripristinare un vecchio backup, manualmente o in automatico, oppure – se il vostro servizio di hosting lo supporta, ovviamente – ripristinare un vecchio backup mediante l’apposito pannello. L’importanza dei backup in WordPress viene confermata ancora una volta, soprattutto in fase di passaggio a WordPress 5.0 e successive e fin quando non saranno risolti un po’ di bug nella nuova generazione del CMS.

Plugin di WordPress per il downgrade assistito

Se preferite, esistono anche vari plugin per effettuare l’operazione da backend, ma non garantisco sulla bontà dell’operazione e sull’effettiva capacità di questi plugin di automatizzare le operazioni necessarie. Di fatto, questi non fanno altro che fare in automatico ciò che normalmente fareste con la procedura passo-passo descritta nei punti precedente, e da un punto di vista operativo io preferisco sempre fare come indicato sopra. Ad ogni modo, segnalo i due plugin principali che consentono il downgrade.

Rischi del fare downgrade / Non aggiornare alla 5.0

Sostanzialmente, ciò comporta un rischio di sicurezza informatica non da poco – ma se è l’usabilità del sito a giocarsela, direi chesi possa fare un’eccezione, con l’idea di tenere le antenne sollevate e stare attenti a quanto si saprà qualcosa in più sull’argomento.

Inutile sottolineare che gli hacker – non per forza del PD – potranno approfittare di una tendenza che, a quanto pare, potrebbe prolungarsi nel tempo: tra gente che dovrà scegliere tra un WP 5.0 con editor e salvataggio bozze non funzionanti e la cara versione 4.9.8, che ha funzionato per una vita e che dovrà, presto o tardi, essere soppiatata dalla nuova (5.0.1?). Staremo a vedere cosa succederà…

Versioni di WordPress 5.x

Come nota finale, riporto un breve versioning delle nuove versioni disponibili, nella speranza che esca fuori quanto prima una versione stable definitiva che riporti WordPress ad essere funzionante al 100%.

  • WordPress 4.9.9 uscita fuori stanotte, dovrebbe essere una release in grado di risolvere alcuni problemi di sicurezza noti sulla versione 4.9.8 – che rimane una delle più utilizzate da WP in assoluto, ad oggi.
  • WordPress 5.0 – Non funziona Gutemberg, non salva le bozze nè i post e buona parte dell’editor non viene caricato
  • WordPress 5.0.1 – Risolve dei bug di sicurezza della versione precedente. Il salvataggio delle bozze ora sembra funzionare.

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.