Domini .codes: come e dove registrarne uno Un nuovo TLD dedicato al mondo dei programmatori

<span class="entry-title-primary">Domini .codes: come e dove registrarne uno</span> <span class="entry-subtitle">Un nuovo TLD dedicato al mondo dei programmatori</span>

I domini .codes sono uno dei nuovi TLD gestiti a partire dal 2013 dalla Donuts, l’azienda che mantiene, ad oggi, domini come .capital e .cab; i .codes, nello specifico, fanno parte delle estensioni di dominio ad uso generico, da sfruttare soprattutto in ambito tecnologico (visto che codes richiama la parole codici) In alcuni casi, i domini .codes sono stati destinati ad un semplice redirect 301 all’account Github del proprietario, come avvenuto per lydia.codes. In altri casi, invece, sono stati realizzati portali tematici sulla programmazione, motori di ricerca specializzati, blog con frammenti di codice utile al loro interno e così via.

L’uso effettivo che se ne farà, quindi, non è vincolato da specifiche condizioni o dall’invio di documentazione, per cui soprattutto programmatori, aziende di informatica, blogger del settore, o startup tecnologiche possono sfruttare con successo questa estensione, ancora non molto diffusa e con tanti nomi interessanti liberi. Al fine di verificare che un dominio .codes sia libero o meno, si può usare il tool apposito presente su questo sito.

Non sono note particolari restrizioni sulla registrazione di questi domini, e si registrano ad oggi circa 600.000 domini già indicizzati con questa estensione su Google. È possibile acquistare un dominio .codes a circa 70 euro (hosting escluso, prezzo visto su GoDaddy).

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.