Guida alla scelta del miglior site builder Una guida pratica per capire quale strumento adottare per costruire il proprio sito mediante tool visuali

<span class="entry-title-primary">Guida alla scelta del miglior site builder</span> <span class="entry-subtitle">Una guida pratica per capire quale strumento adottare per costruire il proprio sito mediante tool visuali</span>

I site builder o “costruttori” di siti sono veri e propri editor visuali completi, grazie ai quali è possibile creare le pagine web del proprio sito senza dover installare nulla nè dover toccare una sola riga di codice.

Ti serve un hosting?

Su Trovalost.it abbiamo catalogato per te oltre 300 offerte diverse: vieni a scoprirle subito!


Puoi cercare tra hosting condivisi, cloud, dedicati e VPS.

Fammi vedere!

Cosa sono i site builder

In genere i site builder sono tutti quei servizi software utilizzabili mediante browser; essi permettono all’utente di modificare da soli le proprie pagine web, vedere in anteprima l’aspetto grafico delle stesse, scegliere tra un set base di opzioni, modificare i contenuti ed il layout del sito a piacere scegliendo tra varie impostazioni. Di solito i site builder sono strumenti forniti gratuitamente anche al momento dell’acquisto di piani di web hosting, per cui sarà sufficente trovarne uno per iniziare a lavorarci.

La caratteristica più importante di un buon site builder è quella di mettere a disposizione dell’utente un editor WYSIWYG (What You See Is What You Get, cioè un editor visuale in cui ciò che vedi sullo schermo sarà direttamente il risultato grafico che otterrai), ovvero avere la comodità di vedere direttamente il risultato delle modifiche con un’interfaccia grafica e senza dover mettere mano a Javascript, CSS o HTML.

Vediamo quindi le più diffuse opportunità per questo genere di necessità, al giorno d’oggi.

Site builder per WordPress

WordPress è un CMS open source per blog completo e ricco di plugin, e tra le tante opzioni che riserva vi sono proprio i site builder; ne esistono almeno 3 che possono essere presi in considerazione, e che vedremo direttamente in questa sede. Purtroppo non sembrano esistere site builder gratuiti: tutti quelli che vedremo qui sono, infatti, a pagamento.

Il primo dei site builder che andremo a considerare è Divi, un builder che si usa essenzialmente per landing page e che si integra direttamente nel tema; esso consiste in vari blocchi che, alla lunga, possono essere utilizzati per generare pagine di vendita di ogni genere. Alcune versioni di Divi, al netto della bellezza grafica e delle funzionalità, sembrano soffrire di qualche imprecisato bug che finisce per crashare le pagine e, per quanto il sistema sia aggiornato in media una volta o due al mese, può non essere ideale per i principianti.

Il secondo dei site builder da considerare è sicuramente WPBakery, che sarebbe l’ex Visual Composer e che considero uno dei migliori site builder commerciali in circolazione. Semplice, veloce e versatile, è davvero molto interessante come prodotto e permette di creare pagine web con elementi grafici di ogni genere a prescindere dal theme utilizzato, e questo senza dubbio lo rende un prodotto molto ragionato e flessibile per varie circostanze. Va benissimo per tutti, dai principianti newbie ai grafici “like a pro“.

Site builder autonomi

I site builder autonomi non dipendono da WordPress, ma si basano su CMS proprietari. Ovviamente in questi casi non ci sono plugin estendibili gratuitamente come nel caso di WP, ma in genere le funzionalità che si vogliono attivare si pagano.

Xoom. Offre un sito in WordPress o Joomla per costruirsi da soli il proprio sito, prevede anche un wizard per facilitare la costruzione del sito e spazio web senza limiti. xoom.virgilio.it

Wix. Uno dei più utilizzati site builder, offre un editor tipo drag’n drop (trascina i vari “pezzi” del sito per vedere direttamente il risultato) al fine di evitare di dover manipolare HTML. C’è una galleria di template grafici già pronta all’uso che offre una discreta scelta, tra soluzioni free e a pagamento (queste ultime sono ovviamente migliori a livello di qualità ed opzioni). it.wix.com

1&1. Uno dei più utilizzati anche dai principianti, è diventato famoso proprio per il site builder visuale che fornisce iscrivendosi al servizio. Il costo non è molto alto rispetto alla concorrenza, e può essere utile se non siete troppo pratici nel settore. Dominio personalizzato ammesso (del tipo mionome.it o con qualsiasi altra estensione: com, net, ecc.) e si paga in proporzione ai servizi che decidete di usare. 1&1 MyWebsite Lite: 1 anno ad 1€

Altervista. Hosting web gratuito che vi da’ un indirizzo tipo vostronome.altervista.org, e vi mette a disposizione rapidamente un WordPress già pronto da utilizzare. Le uniche limitazioni sono relative al numero di visitatori mensili che potrete ricevere, superata la soglia imposta dall’hosting il sito non sarà disponibile fino all’inizio del mese successivo, ed in questi casi si risolve pagando una quota. Ad ogni modo una soluzione molto comoda anche per i meno esperti. Altervista.org

Site builder integrati negli hosting

Da non dimenticare, poi, che SiteBuilder è anche il nome di una soluzione software inclusa in molti piani di hosting ordinari, come cloud, dedicati e condivisi, e messa a disposizione tra gli altri da Siteground e Keliweb. In questi casi, infatti, il software per editare siti è simile a quello di Wix, viene messo a disposizione mediante cPanel o Plesk, a seconda dei casi.

Limiti dei site builder

Bisogna specificare, comunque, che questo genere di soluzioni potrebbe rivelarsi inadeguate per alcuni utenti: se volete personalizzazioni molto specifiche, o desiderate un certo livello di dettaglio nelle vostre pagine, i site builder possono non essere adatti a voi. Solitamente questi editor vanno bene per chi 1) non voglia spendere molto tempo o soldi nella realizzazione del sito 2) non prevedere di ricevere molti visitatori 3) non lavori prevalentemente con il web.

Se invece rientrate nella categoria di utenti che preferisce gestire da sè tutto, con il vantaggio della semplicità e pur rinunciando a qualcosa, potete provare una delle soluzioni che ho linkato in questa pagina.

1 voto


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.
Leggi pure questi...