Ennesima falla per Adobe Flash, un prodotto destinato a scomparire?

Ennesima falla per Adobe Flash, un prodotto destinato a scomparire?

Notizie non buone arrivano dal fronte Adobe: tra il 5 ed il 6 aprile di quest’anno è stata svelata una nuova, ennesima falla informatica che interessa Flash, il controverso (quanto utilizzatissimo sul web) plugin per coprire varie funzionalità nelle pagine. Si tratta di un problema che colpisce sistemi Windows, Linux, Mac e Chrome OS, e che potrebbe causare un crash di sistema – sfruttando uno script remoto malevolo – favorendo la possibilità per terze parti di prendere il controllo del sistema. È quindi obbligatorio, anche per gli utenti comuni, installare l’aggiornamento reso disponibile, patchando il software alla versione 21.0.0.197 considerata “mitigata”, quindi al sicuro dal problema. La data del rilascio dell’update è oggi 7 aprile 2016, per cui si suggerisce caldamente di aggiornare al più presto, al fine evitare qualsiasi potenziale problema o rischio, specie durante la visita di siti dubbi o potenzialmente pericolosi.

Altre accortezze in merito, in generale, possono riguardare:

  1. se possibile, evitare di utilizzare account amministrativi per usi basilari del PC (inutile accedere con account amministratore se usiamo il computer sono per redarre documenti, ad esempio: questo ci mette in parte al sicuro dai vari ransomware, ad esempio);
  2. installare e tenere sempre attivo un buon antivirus (come Avira, ad esempio);
  3. cercare di fare attenzione ai siti che basano il proprio contenuto su Flash, perchè molto spesso basta un semplice click – anche involontario – per scatenare l’infezione.

Gli attacchi informatici che concretamente sfruttano questo vettore sono attualmente allo studio, ed è probabile che nei prossimi giorni si sappia qualcosa in più: l’utente medio dovrebbe, ribadiamo, aggiornare il proprio Adobe Flash, senza eccezioni.

The Hacker News, a riguardo, sostiene che sia già allo studio una pianificazione per l’abolizione di Flash in toto (The endless Adobe updates and upgrades had failed to ensure the user security in the real time scenario. So it’s high time for users to disable or completely uninstall Adobe Flash Player. Believe or not, Adobe Flash Player is dead and its time has passed), in quanto le alternative (ad esempio open source come GNU Gnash e Lightspark) ed HTML5 siano più sufficenti a sopperire alle funzionalità mancanti. Di sicuro non sarà facile dismettere questo prodotto, soprattutto sui computer ed i sistemi operativi più vecchi: la sua diffusione è decisamente massiva, e non permette di stabilire con facilità una data di abbandono definitivo. Nè è possibile far smettere di funzionare il prodotto da remoto, per cui sarà necessaria tanta attenzione per portare, presumibilmente, il tutto ad una buona conclusione per gli utenti del web.

(fonte, fonte)


Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Sicurezza informatica):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.