Come misurare la corrente con un multimetro

Il multimetro è uno strumento che permette la misura di corrente, tensione continua ed alternata e resistenza mediante l’uso di un display di misurazione e di un paio di puntali, collegati mediante due fili separati al dispositivo. La misurazione della corrente, della tensione e della resistenza sia in continua che in alternata può avvenire tipicamente con l’uso di tale multimetro, sia nella versione “classica” analogica (con una lancetta che indica la misurazione rilevata) che digitale (con display). Il tipo di display, per la cronaca, non influenza il tipo di misurazione che andremo a fare: quindi con un digitale possiamo misurare tensione continua ed alternata, e vale lo stesso per uno analogico. Vediamo quindi come sia possibile effettuare le misure nel dettaglio, sui più diffusi modelli di multimetro: si ricorda di fare molta attenzione durante la misura della corrente, specialmente se la tensione in gioco è superiore ai 50V (le scariche elettriche possono essere letali per l’uomo).

  • Voltmetro (se necessario, inserire un puntale in VΩ). Misura la tensione che rileva tra i due puntali, tipicamente uno rosso e l’altro nero. Per misurare un tensione alternata (es. rete elettrica) è necessario ruotare la manopola del multimetro su V~ e selezioni il valore immediatamente superiore alla tensione da misurare (per le comuni tensioni a 220V bisogna selezionare 750V). Stessa cosa in caso di corrente continua (es. batterie) con la manopola ruotata su V_. In generale, inoltre, se non si sa precisamente che tipo di tensione si stia misurando è necessario selezionare il valore più alto, cioè procedere “per eccesso”.
  • Ohmmetro (se necessario, inserire un puntale in VΩ). È l’opzione del multimetro atta a misurare la resistenza ai capi dei terminali. Per farlo funzionare in questa modalità bisogna ruotare la manopola su Ω e sul valore opportuno (sempre per eccesso, come nel caso dei Volt), poi bisogna posizionare adeguatamente i puntali sulla resistenza.
  • Amperometro (puntale in mA o 20A, di solito). Permette di misurare la corrente che passa in un ramo del circuito: in sostanza se si vuole misurare una corrente si devono posizionare i due puntali all’interno dello stesso, in modo che sia parte del passaggio di corrente ed interrompa adeguatamente il circuito.
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Guide informatica e varie):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.