Le più importanti caratteristiche degli hosting: spazio web, banda, database, linguaggi per il web, …

Le più importanti caratteristiche degli hosting: spazio web, banda, database, linguaggi per il web, …

Banda (da intendersi come “traffico mensile”). Normalmente il termine banda indica la quantità di dati informativi che possono essere trasferiti, attraverso una connessione, in un dato periodo di tempo (Wikipedia). Si misura in GB/tempo (GB al mese, di solito), ma viene spesso utilizzata in modo improprio: nell’ambito dell’ hosting di siti web, infatti, tale termine viene utilizzato per indicare l’ammontare di dati trasferiti da o verso un sito durante un periodo di tempo prefissato: da qui l’espressione banda mensile, ad esempio, di 10GB al mese, che indica che in un mese il vostro sito potrà “consumare” al massimo 10 gygabyte di dati in ingresso/uscita dallo stesso verso i vari client (incluso, solitamente, il traffico FTP). In inglese tale quantità dovrebbe essere indicata, più correttamente, come monthly data transfer (trasferimento mensile di dati, o più semplicemente “traffico mensile”). Per intenderci, se una pagina web di riferimento ha una dimensione di 30K e vi aspettate 50.000 impressioni al mese (in base a quanto suggerisce Google Analytics sul mese precedente, ad es.), avrete bisogno di 0,030 x 50.000 = 1.5GB di banda mensile.

Attenzione che, inoltre, l’host provider si riserva molto spesso il diritto di chiudere all’istante qualsiasi sito che ecceda la quantità di traffico mensile di cui disponete, questo sia per mantenere integro il servizio che per incoraggiare l’acquisto di piani di hosting di livello superiore (VPS, dedicati e così via). Questo vale, paradossalmente, anche qualora sia indicata la dicitura “banda illimitata” (anche qui, solo una tecnica di marketing basata sull’assunto statistico che è molto improbabile che l’utente si accorga di tale “illimitatezza”, per quanto la pratica dimostri il contrario!), e specialmente se generate traffico impropriamente, ad es. qualora il vostro sito abbia falle di sicurezza o sia affetto da errori nel codice ASP/PHP, malware, virus e/o backdoor.

La velocità di un hosting, ad ogni modo, è influenzata da vari fattori esterni difficili da controllare (e spesso da quantificare), tra cui la velocità del carrier, ovvero l’ente che mette a disposizione una connessione ad internet aziendale al provider stesso (vedi tabella successiva delle velocità di connessione suddivise per classi).

Schermata 2013-10-05 alle 12.22.58

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.