Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Si chiude la disputa sul dominio walmart.horse: restituito ai detentori del marchio

Forse qualcuno ricorderà  la disputa sul nome di dominio walmart.horse, registrato dal vignettista Jeph Jacques ed oggetto di una disputa legale da parte del colosso Walmart che ne esigeva il controllo. La vicenda, recentemente, si è conclusa con la rinuncia da parte dell’autore ad utilizzare il dominio, il quale ha raccontato al Guardian di aver deciso di cedere il controllo dello stesso perchè, di fatto, non se l’è sentita più di sostenere la situazione e di pagare legalmente la propria azione. Stranamente, pero’, non si era configurato esattamente un problema di concorrenza sleale, che è il motivo principe di questo genere di cause legali: Jacques aveva fatto puntare il dominio ad un blog Tumblr, contenente il fotomontaggio di un cavallo di fronte alla celebre catena di supermercati.  L’autore, dopo la fine della storia, ha pubblicato simbolicamente sul proprio blog la foto dello scheletro di un cavallo.

Nel mese di aprile 2015, infatti, dopo una prima richiesta di riappropriazione del dominio Walmart aveva presentato una richiesta formale alla World Intellectual Property Organisation, sezione “Uniform Domain Name Dispute Resolution Policy” (UDRP), contestando l’uso improprio del nome per via della confusione indotta tra il marchio originale e quello parodiato, che sarebbe stato utilizzato in malafede (“confusingly similar” to a trademark and registered and being used “in bad faith”, si scrive nell’articolo).


Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui)

Si tratta solo di speculazioni a questo punto, ma diverso sarebbe stato – probabilmente – se il nome avesse richiamato non esattamente quello del famoso brand americano, come fatto ad esempio dai Simpson con la Mapple. La questione su walmart.horse si è chiusa senza alcuna conseguenza legale, ed il dominio non è attualmente attivo, ma resta un problema aperto sull’utilizzo di nomi di brand, che a breve l’ICANN potrebbe rendere ancora più restrittivi. Di fatto, le nuove estensioni di dominio (qui la lista completa) potrebbero creare problematiche simili a quella avvenuta su questo dominio .horse, estensione pensata per gli amanti dei cavalli ma che, di fatto, nessuna direttiva vieta di registrare per qualsiasi altro scopo. Appare plausibile che, nel prossimo futuro, si possano fissare dei “paletti” più rigorosi sulla registrazione di altri domini, soprattutto nel caso in cui includano nomi di brand.

Da non perdere 👇👇👇

Ti potrebbe interessare:  Storie di hacking: il caso booking.com e il leak dei PIN


Questo sito web esiste da 4411 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 3951 articoli (circa 3.160.800 parole in tutto) e 12 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.


Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui)

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.