Hosting con supporto a PHP 5.3.x e cron-job

A causa dell’utilizzo della libreria grafica open-source PHPlib, ho dovuto migrare ad un hosting che supporti PHP 5.3: stranamente la ricerca è stata piuttosto complessa, in quanto la maggioranza dei servizi preferisce non usarla o, al limite, ha pianificato di farlo soltanto in futuro. Quando, non è spesso dato sapere. Vi propongo quindi la mia ricerca, in modo da avere un po’ di orientamento a riguardo, e trovare hosting che supportino sia PHP 5.3 che i cron-job.
Chiarimenti di fondo prima di procedere oltre: al momento in cui scrivo l’ultima release di PHP è la 5.4.x (stable), e sono numerosi (quasi tutti) gli hosting che lo supportano. Tenete sempre conto che l’utilizzo di versioni beta o molto recenti di questo linguaggio potrebbe risultare inadeguato, o contenere pericolosi bug per la sicurezza del server: le versioni commerciali degli hosting pensano, di solito, già a tutto questo, e vi daranno a disposizione le versioni più recenti. Pensateci voi, visto che molti hosting a volte neanche si pongono il problema e considerando che i dati del sito sono vostri ed è bene sapere dove li state caricando.

Nella maggioranza dei casi in effetti i provider tendono ad installare versioni di PHP un po’ più vecchie, in modo che siano “consolidate” (stable) e forniscano sicurezza “sindacale” sia ai sistemisti che agli utenti. Sui cron-job in effetti ho già discusso in altri articoli (Come configurare i cron-job mediante crontabs ad esempio), ora riporto esclusivamente il fatto che sono una risorsa preziosa per automatizzare i processi e non bisogna assolutamente abusarne (mai più di un job ogni 15-20 minuti, di solito).

Ovviamente per farli funzionare non avete vincoli di versione di PHP, ma non tutti gli hosting ne permettono l’uso sui piani condivisi (vedi alla fine dell’articolo).

Foto concessa in Creative Commons da Phil La Combe

PHP 5.3: SI PUO’ UTILIZZARE CON SICUREZZA? In alcuni casi diventa necessario farne uso necessariamente, e questo per questioni di compatibilità di alcune librerie di SourceForge. In genere è un requisito piuttosto stringente quello di avere PHP 5.3, ma diventa indispensabile nella pianificazione del software – quando ad es. in beta o in fase di sviluppo. PHPlib, ad esempio, che realizza grafici in PHP nelle nostre pagine web, paga il fatto di essere piuttosto semplice da utilizzare con l’obbligo di girare sotto la 5.3, e rifiutandosi di farlo sotto la 5.2 (almeno sul mio Mac). Il mio suggerimento, in generale, è quello di evitare comunque di spendere soldi su hosting instabili o dedicati alla 5.3, sia per una questione di sicurezza (molti hosting sono un po’ superficiali a riguardo) che per evitare di spendere soldi in modo poco oculato per qualcosa che poi in effetti non vi servirà (ad es. cambiate versione del software). Di solito, in definitiva, la versione di PHP su cui lavorate è un qualcosa che NON dovrete cambiare, ed è quindi raro – ma non impossibile – che dobbiate modificare il sistema in modo così radicale. Ad ogni modo, di seguito riporto le indicazioni che ho trovato finora a riguardo vi aiuteranno nella scelta di un server di hosting che supporti specificatamente PHP 5.3, e che sia almeno un minimo professionale nelle sue proposte.

Eccovi dunque i risultati della mia piccola indagine in merito.

  • AnHosting. Casa MidPhase supporta sia PHP 5.3 che i cron-job, senza un limite vero e proprio sulla loro esecuzione che non l’evitare, ovviamente, di saturare le risorse di sistema. Ricordatevi di specificare che volete PHP 5.3 durante l’ordine, e in caso di dubbi contattate prima l’assistenza.
  • SupportHost. Attualmente installa la versione PHP 5.3.3 che è possibile switchare con la 5.2, ma dovrete richiederlo esplicitamente. Consente l’utilizzo di cron-job mediante cPanel.
  • LunarPages. Un servizio di hosting dall’assistenza molto efficente: supporta sia PHP 5.3 che i cron-job PHP. Ricordatevi anche qui che è necessario specificare durante l’ordine dell’hosting specificatamente la versione PHP che si vuole.
  • NoamWeb: Servizio italiano con sede a Catania, offre connettività USA e Italia, e dispone di PHP 5.3 e di cron-job su tutti i piani Linux. Da valutare anche questo con attenzione
  • I-domini. Dispone di PHP 5.3 su qualsiasi piano di hosting, ed offre cron-job senza limitazioni.
  • MisterDomain. Non supporta PHP 5.3 (neanche in futuro, a quanto pare), e non consente l’utilizzo di cron-job.
  • HostMonster. Attualmente installa la versione PHP 5.2, e prevede l’utilizzo di cron-job mediante cPanel. Chiedendo all’assistenza risulta che la versione 5.3 sia pianificata, anche se non si sa ancora entro quando sarà attiva.
  • Tantrahost. Non supporta attualmente PHP 5.3, la versione installata sui server è attualmente la 5.2.17, nè sembra sia previsto a breve alcun aggiornamento. I cron job sono supportati, ma devono obbligatoriamente essere eseguiti ad intervalli superiori a 15 minuti.
  • WebFusion: I requisiti sono piuttosto stringenti perchè per avere i cron-job bisogna passare al piano VPS (sui condivisi non li danno, a quanto mi dicono dall’assistenza), mentre PHP 5.3 è supportata su tutti i piani.
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (News):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.