Come cancellare un dominio

Come cancellare un dominio

Quando si vuole cancellare un dominio bisogna prendere in considerazione la giusta casistica: e tra quelle più importanti c’è la distinzione tra tipologia, o per meglio dire “livello” di dominio, si desidera cancellare. Volete cancellare un dominio oppure un sotto-dominio? Bisogna partire da qui, per fare un discorso coerente sull’argomento.

Come cancellare un sottodominio

Per cancellare un dominio devi necessariamente essere proprietario dello stesso, cioè devi avere username e password di accesso al pannello di amministrazione del dominio o dell’hosting web (dipende da come è stato configurato).

Per cancellare un sotto dominio è sufficente andare nel vostro pannello di controllo, sia esso Plesk o cPanel o quello che vi ha fornito l’hosting web a cui vi siete rivolti, e basta rimuoverlo da lì con un click. In questo modo perderete tutti i dati che non avete precedentemente salvato, in particolare i file (ed in certi casi anche la cancellazione del database del sottodominio è automatica). In genere, quindi, questa è la procedura che si può effettuare per cancellare un dominio come test.tuodominio.it; ovviamente in tal caso tuodominio.it resterà attivo fino all’eventuale rinnovo, oppure scadrà.

Come cancellare un dominio

In genere gli hosting, ma soprattutto i registrar nello specifico, non permettono di cancellare un dominio in alcun modo; l’acquisto è irreversibile e (salvo casi particolari) non rimborsabile, ed equivale a versare una quota di “affitto” del dominio anno dopo anno. Per cui avete davanti a voi un anno o poco meno già pagato, e per cancellare il vostro dominio non dovrete fare altro che aspettare che scada.

Il modo più semplice per cancellare un dominio è banalmente quello di farlo scadere: se, ad esempio, lo avete registrato il 25 gennaio 2018, dovrete aspettare il 25 gennaio 2019 e sarà automaticamente dismesso, una volta trascorso l’eventuale tempo di recupero (che può durare fino a 40-60 giorni dalla data di scadenza: dipende dall’estensione del dominio, ogni TLD ha le proprie regole). Così facendo non solo perderete tutti i dati (file e database e caselle di posta) connessi al dominio, normalmente, ma il dominio sarà progressivamente liberato perchè qualcun altro possa registrarlo.

L’ICANN ha stabilito questa regola per le registrazioni, in realtà un insieme di regole abbastanza intricate e complesse, in modo da garantire un flusso di registrazioni continuo e facilitare la gestione ai proprietari dei siti, per cui:

  1. se volete cancellare il dominio, il modo più immediato è quello di non rinnovarlo più ed eventualmente parcheggiarlo, in modo da “scollegarlo” dal vostro sito e dallo spazio web ad esso associato (via record A/CNAME oppure via Name Server, dipende da come è stato fatto);
  2. se invece desiderate lasciare il dominio “bloccato” ed impedire registrazioni altrui, dovrete impostare uno status di dominio che impedisca ad altri di registrarlo (una misura di sicurezza che ci preserva da eventuali furti indebiti via email spoofing) e soprattutto dovrete rinnovarlo anno dopo anno, al fine di mantenerne il possesso.

Se fate così, ricordatevi anche di annullare eventuali pagamenti ricorrenti che potreste aver attivato al momento dell’attivazione via carta di credito oppure PayPal.

Alcuni hosting (come Bluehost) permettono di “cancellare” il dominio, nel senso che lo fanno mettere in parking, come detto all’inizio; parcheggiandolo apparirà una pagina che farà capire ai visitatori che il dominio non viene più utilizzato. Altri registrar come ad esempio GoDaddy danno un’ulteriore possibilità all’utente che volesse cancellare un dominio: è possibile cancellarlo dal proprio account (operazione irreversibile, ricordiamo) e metterlo così all’asta, in modo da cederlo a qualcun altro che potrebbe essere interessato, e che pagherà un sovrapprezzo per averlo prima della scadenza.

Domini cancellati e codici di stato (EPP)

Alcuni domini possono presentare e rendere impostabili dei codici di stato, in modo da impostare dei “lucchetti” sui domini stessi. Tali codici sono di quattro tipologie: alcuni sono impostabili liberamente dall’utente, altri possono essere impostati dal registrar, altri ancora possono essere settati dall’hosting e gli ultimi, infine, possono essere settati solo dall’ICANN. I domini cancellati e scaduti con estensione .it sono pubblicati ogni giorno su questa pagina.

Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come cancellare un dominio

Votato 10 / 10, da 1 utenti