Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Nel 2021 oltre 6 miliardi di persone si sono connesse ad internet

Continua ad aumentare l’suo di internet a livello globale, come dimostrato da un recente studio pubblicato dalla International Telecommunication Union (ITU), l’agenzia delle Nazioni Unite delegata alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).

Che web e internet siano diventate da semplici opportunità  per tutti vere e proprie à ncore di salvezza in tempi di pandemia e lockdown è dimostrato dai fatti del 2020, che hanno visto una crescita costante, e in linea con gli anni precedenti, del numero di utenti connessi. Tanto connessi che, come sappiamo, a stretto giro (entro qualche anno) passeremo dagli IPv4 agli IPv6, una nuova tecnologia per poter disporre di maggiori indirizzi IP a disposizione di tutti. Sempre più persone che navigano, usano email, sfruttano la socialità  di Instagram, Facebook e Twitter, fanno video su TikTok e cosଠvia.


Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui)

Schermata 2021 12 12 alle 11.51.04
Credits: https://www.itu.int

Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui)

 

Nel 2020, il primo anno della pandemia, il numero di utenti Internet era cresciuto del 10,2%, il più grande aumento in un decennio, trainato dai paesi in via di sviluppo in cui l’uso di Internet è aumentato del 13,3%. Nel 2021 la crescita è tornata a un più modesto 5,8 per cento, in linea con i tassi prima della crisi mondiale del 2020. I dati più recenti raccolti dall’ITU mostrano chiaramente che la diffusione di Internet non ha conosciuto soste o rallentamenti durante la pandemia: se nell’anno precedente c’erano circa 4 miliardi di persone connesse, pari al 54% della popolazione mondiale, ad oggi (2021) tali persone sono diventate 4,9 miliardi (il 63% della popolazione mondiale). Resta da considerare, ovviamente, e lo studio lo evidenzia con chiarezza, che gran parte degli esclusi (quasi 3 miliardi di persone) vivano in paesi in via di sviluppo del tutto privi di connettività , a volte nemmeno a livello mobile.

Sebbene il cosiddetto digital divide sia in parte diminuito (di soli 3 punti percentuali, per la verità ), resta da capire come e quando riusciranno a connettersi anche in quei paesi, cosa che ai ritmi attuali non avverrà  prima di almeno altri 10 anni: un’attesa che forse non possiamo permetterci, e su cui varrebbe la pena fare qualche riflessione e intervento mirato, prima o poi.

Ti potrebbe interessare:  Come cancellare una foto (o una pagina) dai risultati di ricerca di Google

Da non perdere 👇👇👇



Questo portale web esiste da 4412 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 3952 articoli (circa 3.161.600 parole in tutto) e 12 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
5/5 (2)

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Vuoi pubblicare il tuo articolo su questo portale? Cercaci su Rankister (clicca qui) .

Segui il canale Youtube @Tecnocrazia23

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.