Risparmio Energetico: come ridurre gli sprechi


Ridurre gli sprechi energetici in casa è importante per risparmiare in bolletta, migliorare l’efficienza e diminuire l’impatto ambientale. Ecco alcune pratiche da adottare per ridurre significativamente i consumi energetici e gli sprechi in modo semplice e duraturo.

Innanzitutto è importante scegliere elettrodomestici ad alta efficienza, di classe energetica A o superiore, in quanto consumano molta meno energia degli apparecchi tradizionali per le stesse prestazioni. Lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie efficienti possono far risparmiare centinaia di euro l’anno in bolletta. Per sopperire al loro consumo si può installare un impianto fotovoltaico anche semplicemente acquistando i vari componenti online su fotovoltaicostore.it e poi contattare uno specialista per la sua installazione per iniziare a produrre da subito energia green.

Bisogna poi ridurre al minimo il tempo di accensione e funzionamento degli elettrodomestici e di tutti gli apparecchi elettrici: tenendo spente le luci non necessarie, spegnendo TV e computer quando non in uso, staccando gli alimentatori dalla presa. Anche pochi minuti di “Standby” possono consumare notevolmente durante l’anno.

È importante anche impostare la giusta temperatura di riscaldamento d’inverno e di raffreddamento d’estate, facendo attenzione a non superare i 20°C con il riscaldamento e a non scendere sotto i 26°C con il condizionatore.

Per risparmiare ulteriormente è essenziale migliorare l’isolamento termico di casa, ad esempio installando intonaci isolanti, coibentando coperture e serramenti, usando tende termiche. In questo modo si riducono le dispersioni di calore e si abbassano i consumi energetici.

Applicando questi semplici accorgimenti si possono ridurre in modo efficace e sostenibile gli sprechi energetici, risparmiando in bolletta e avendo un minore impatto ambientale.

Impostare la giusta temperatura di riscaldamento e raffreddamento per ridurre gli sprechi energetici

L’impostazione della temperatura corretta di riscaldamento e raffreddamento degli ambienti è una delle azioni più efficaci per risparmiare energia in casa e ridurre gli sprechi.

Innanzitutto è importante sapere che non è necessario portare gli ambienti a temperature eccessive per avere un comfort ottimale.

Per il riscaldamento, impostare la temperatura tra i 18°C e i 20°C nei diversi ambienti della casa è più che sufficiente. Per ogni grado in più si arriva a consumare fino al 10% di energia in più. Dunque è importante evitare di andare oltre i 20-21°C, anche se questo può sembrare ancora “tiepido”.

Le stanze da letto e i bagni, dove si trascorre meno tempo, possono stare anche qualche grado in meno, tra i 16°C e i 18°C.

Per quanto riguarda l‘aria condizionata d’estate, le temperature ideali da impostare sono tra i 24°C e i 26°C. Così facendo il corpo umano riesce ad adattarsi efficacemente al fresco distribuito dall’impianto, senza ricorrere a temperature eccessive che fanno invece lievitare i consumi. Anche in questo caso ogni grado in meno può far risparmiare fino al 7% di energia.

Valori compresi tra i 20°C e i 26°C garantiscono il massimo comfort e la massima efficienza energetica. Una corretta regolazione e manutenzione periodica degli impianti di riscaldamento e raffrescamento aiuta ulteriormente a ottimizzare i consumi e ridurre gli sprechi.

In questo modo, con pochi e semplici accorgimenti, sarà possibile ottenere un notevole risparmio energetico ogni anno.

Migliorare l’isolamento termico di casa per risparmiare energia e denaro

Migliorare l’isolamento termico di una casa è fondamentale per ridurre le dispersioni di calore, risparmiare sui consumi energetici e quindi sulle bollette. Ecco come.

L‘isolamento termico di una casa si può migliorare intervenendo sulle seguenti componenti:

  • Coperture: aggiungendo un cappotto termico sulla parte superiore dell’abitazione si limitano le dispersioni di calore verso l’esterno, mantenendo ambienti più caldi d’inverno e freschi d’estate.
  • Pavimenti: un buon isolamento del pavimento evita che il calore fugga verso il basso, attraverso solette non coibentate.
  • Infissi: sostituendo vecchi serramenti in legno con finestre a taglio termico si riducono le dispersioni di calore verso l’esterno e si limitano i ponti termici.
  • Muri perimetrali: applicando un cappotto termico sulle facciate si riducono le dispersioni attraverso le murature, mantenendo ambienti a temperatura costante con minor dispendio energetico.

Un buon isolamento termico, realizzabile con materiali e tecniche innovative, è fondamentale per rendere una casa efficiente dal punto di vista energetico, riducendo sensibilmente consumi e costi in bolletta.

👇 Da non perdere 👇



Trovalost.it esiste da 4558 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4191 articoli (circa 3.352.800 parole in tutto) e 20 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.