WordPress: 6 modi per migliorarlo (senza installare plugin)

WordPress: 6 modi per migliorarlo (senza installare plugin)

Ormai dovremmo saperlo: installare plugin per inserire nuove funzionalità nei siti WP è semplice, veloce e pratico. ne troviamo di ogni genere, in effetti: per il booking online, per le recensioni utente, per l’e-commerce e tanto altro ancora.

Ma questo approccio da “installatore folle di plugin” pone, come ho scritto estesamente in altra sede, numerosi limiti all’efficenza del nostro sito web: in effetti si può fare tanto anche senza plugin, con il vantaggio di dover scrivere poche righe di codice ed evitare di appesantire il nostro povero hosting. Come fare?

Di seguito riporto alcuni esempi significativi di modifiche apportabili con poche righe di codice.

Aumentare la durata del cookie di login

Da quando hai installato WordPress in fretta e furia, magari, hai avuto poco tempo di occuparti di alcuni settaggi che sono invece fondamentali per il suo corretto funzionamento. Quando vi loggate in WP un apposito cookie (tecnico, lo chiamarebbe il Garante) viene impostato ad una scadenza predefinita: se venite sloggati dal sito troppo rapidamente, potete valutare di aumentare la durata del cookie stesso. Per farlo, aggiungete al vostro file functions.php la seguente porzione di codice, che imposta il filtro su auth_cookie_expiration:

add_filter( ‘auth_cookie_expiration’, ‘stay_logged_for_quanto_ti_pare’ );

function stay_logged_for_quanto_ti_pare( $expire ) {

return 86400; // cookie scade dopo un giorno

}

86400 deve essere sostituito, nell’esempio, con la durata numerica desiderata espressa in secondi. Per impostare una durata a piacere, calcolate sempre l’ammontare di tempo in secondi (ad esempio: 1 giorno = 24 ore x 60 minuti x 60 secondi = 86400, 1 settimana = 86400 x 7 = 604800).

Leggi anche: configurare il file wp-config.php (guida base e guida avanzata)

Cambiare l’intestazione nel footer

Tipico requisito per i siti in WordPress fatti su commessa: cambiare la scritta riportata nel footer. Per personalizzarla a dovere, basta inserire questa porzione di codice nel file functions.php.

function mio_footer_123 () {

echo “Quello che vuoi tu <strong>prova</strong>”;

}

add_filter(‘admin_footer_text’, ‘mio_footer_123’);

Cambiare il logo di WP

Il primo dei code tweaks che vedremo in questo articolo è emblematico perchè sfrutta un approccio molto diffuso: si tratta, molto semplicemente, di modificare il file functions.php del theme che state adottando e, nello specifico, chiamare una action ad hoc per modificare il logo di default con uno a nostra scelta.

La sintassi CSS è leggermente “sporcata” da quella PHP ma, data la semplicità dell’operazione, sembra la strada migliore da percorrere.

Per cambiare il logo WP con il nostro apriamo quindi functions.php e scriviamo:

function my_login_logo123() {

echo ‘<style type=”text/css”>h1 a { background-image:url(‘.get_bloginfo(‘template_directory’).’/images/mio-logo.gif) !important; }</style>’;

}

add_action(‘login_head’, ‘my_login_logo123’);

L’operazione non è pulitissima dal punto di vista CSS (dato che usa la clausola !important) ma, nello specifico, è semplice e veloce. Ricordatevi che il file immagine del vostro logo personalizzato deve essere caricato, nello specifico, nella sotto-cartella images del theme utilizzato. La funzione richiamata my_login_logo123 deve essere un nome univoco nel file functions.php, o si genererà un errore.

Leggi anche: come installare WordPress su un hosting e come installarlo in locale

Disabilitare i messaggi di errore dalla finestra di login

per mettere al sicuro il vostro sito in WordPress ci sono molte strade, una di queste è la disabilitazione dei messaggi di errore in caso di login errati. In questo modo chiunque provi ad accedere per tentativi alla vostra finestra di login non riceverà “indizi” di alcun genere.

Per disabilitare le notifiche di errore al login e sostituirle con un messaggio a nostra scelta, andiamo ad aggiungere al file functions.php (in testa o in coda) la seguenze porzione di codice.

function no_wordpress_errors(){

return ‘queste cose non si fanno’;

}

add_filter( ‘login_errors’, ‘no_wordpress_errors’ );

Cambiare il logo di amministrazione

Anche qui bisogna modificare il file functions.php e, nello specifico, chiamare una action leggermente modificata utile allo scopo. Apriamo il nostro file e scriviamo:

function my_admin_logo123() {

echo ‘<style type=”text/css”>h1 a { background-image:url(‘.get_bloginfo(‘template_directory’).’/images/mio-logo.gif) !important; }</style>’;

}

add_action(‘login_head’, ‘my_admin_logo123’);

Ritardare la pubblicazione degli articoli sul feed RSS

Se usate il feed RSS per auto-pubblicare sui social, questa funzione di “ritardo” può essere utile se, ad esempio, sbagliate a scrivere un titolo oppure a pubblicare un link. Utilizzando questo delay avrete un po’ di tempo per controllare che sia tutto corretto prima che il post appena scritto inizi a circolare.

Anche qui, modificate il file functions.php ed aggiungete:

function rssdelay($where) {

global $wpdb;

if (is_feed()) {

$now = gmdate(‘Y-m-d H:i:s’);

$wait = ’30’;

$device = ‘MINUTE’;

$where.=” AND TIMESTAMPDIFF($device, $wpdb->posts.post_date_gmt, ‘$now’) > $wait “;}

return $where;

}

add_filter(‘posts_where’, ‘rssdelay’);

Attenzione che la variabile $wait deve essere istanziata con l’ammontare del ritardo, nell’esempio 30 minuti.

Personalizzare la lunghezza degli excerpt dei post

La lunghezza delle anteprime dei post può essere personalizzata come preferite: per farlo, il codex offre una procedura standard che prevede di inserire nel file functions.php il seguente codice.

function custom_excerpt_length( $length ) {

return 20;

}

add_filter( ‘excerpt_length’, ‘custom_excerpt_length’, 999 );

Nell’esempio, 20 deve essere sostituito con il numero di caratteri desiderati della lunghezza.

(fonti: wprecipes, wp-snippets, labnol, codex, analysisandreview)

Photo by Sicos

Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

WordPress: 6 modi per migliorarlo (senza installare plugin)

Ormai dovremmo saperlo: installare plugin per inserire nuove funzionalità nei …
Votato 10 / 10, campione di 1 utenti

Ti potrebbero interessare (Guide WordPress):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.