11 motivi per usare Google Analytics sul vostro sito

11 motivi per usare Google Analytics sul vostro sito

Google Analytics è uno strumento utilizzato in ambito web marketing e SEO, ed è facile capire perchè: permette di monitorare gli aspetti legati al flusso di visitatori del nostro sito, provenienza, comportamento e sue caratteristiche. Anche con l’ausilio di una API open source molto ricca, questo strumento offre enormi possibilità di analisi, approfondimento e ricerca, dandoci un mezzo concreto con cui valorizzare le nostre campagne di marketing. Al di là delle sue applicazioni avanzate, rimane uno strumento alquanto maneggevole anche per l’utente medio non troppo esperto.

La domanda, pero’, è ancora più semplice e diretta: perchè se ho un sito dovrei usare Analytics? Proverò a rispondere con i seguenti punti, nella speranza che possano esservi utili. Dopo aver visto gli 11 motivi per usare la Search Console, infatti, noteremo qualche parallelismo: a differenza del caso precedente, molti dati saranno disponibili direttamente in tempo reale, altri invece avranno bisogno di tempo per essere elaborati.

Ecco gli 11 principali motivi per usare Google Analytics sul vostro sito.

  1. Si abilita facilmente, e solo i gestori dei siti possono vedere i dati che raccoglie: esiste un meccanismo di condivisione via email che permetterà, se necessario, di aggiungere e rimuovere utenti anche in seguito, con diversi livelli di “permessi” sui dati.
  2. Consente di comprendere al meglio il “taglio” dei visitatori del nostro sito, in quanto fornisce indicazioni su provenienza, nazione, durata e numero delle visite e tecnologia utilizzata (tablet, cellulari, desktop).
  3. Consente di visionare nel dettaglio le principali fonti di traffico, cioè i principali mezzi sfruttati dai visitatori per raggiungere le pagine del vostro sito: sia per tipologia generale (dirette, via social, via motori di ricerca, via campagne di ads a pagamento) che mediante i referral, cioè i siti che linkano il vostro e, al tempo stesso, portano visite al vostro sito. Il sito di vendita banner pubblicita.migliorhosting.biz, per esempio, sfrutta gli UTM di Analytics per tracciare la provenienza delle visite, come spiegato da un ottimo e recente articolo di Fabio Piccigallo.
  4. Si integra con la Search Console, nel senso che riesce a fornire informazioni sui visitatori del sito che normalmente non sarebbero disponibili. Incrociando i dati della sezione “Ottimizzazione per i motori di ricerca” con quella della Search console, infatti, è possibile ricavare utili (ed inedite, a volte) informazioni su cosa cercano i nostri visitatori e come possiamo migliorare le pagine per aiutarli sempre di più
  5. Permette di individuare facilmente le pagine del nostro sito che portano più visite: le prime 10, ad esempio, potreste pensare di monetizzarle con le pubblicità pay per click, lead e sale ed avere un riscontro rapido sul fatto che funzionino o meno.
  6. Mediante la gestione degli obiettivi (ad esempio: numero di iscrizioni ad una pagina, vendite dal sito, prenotazioni o coinvolgimento) rende possibile una facile integrazione nelle politiche aziendali, a partire dalla notifica del raggiungimento degli obiettivi.
  7. Sulla medesima falsariga, Analytics permette di ricevere via email un report con lo stato delle visite, oppure non appena si verifichino particolari condizioni o obiettivi raggiunti: il tutto, in modo periodico e completamente automatizzato.
  8. Se il vostro traffico è molto diversificato, permette di filtrare facilmente le varie fonti di traffico, sfruttando una quantità di criteri molto precisi e dettagliabili al fine di facilitare scelte ed analisi di mercato.
  9. Ci aiuta a comprendere vari fattori relativi alla qualità del sito, come la velocità di caricamento delle pagine (storicizzata).
  10. Permette di impostare eventi in risposta a clic su link specifici, a qualsiasi tipo di clic su una pagina, a intervalli prestabiliti oppure qualora venga inviato un modulo. Su questo ovviamente andrebbe aperto un capitolo a parte, ma serve solo a capire che questa possibilità esiste e viene spesso sottostimata dai più.
  11. Come detto all’inizio, inoltre, offre una API davvero molto potente e flessibile, utile al fine di essere utilizzata con i più comuni linguaggi come PHP o Java.

Per apprezzare al meglio i dati forniti dal vostro Analytics, per inciso, è necessario avere un sito con un sufficente numero di visite (almeno un centinaio al giorno, nella mia esperienza) ed attendere almeno una settimana o due dall’attivazione per avere abbastanza dati acquisiti. Diversamente i dati ci saranno pure, ovviamente, ma potrebbero non essere apprezzabili o significativi.

Photo by writetoreply

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Guide per webmaster):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.

11 motivi per usare Google Analytics sul vostro sito

Google Analytics è uno strumento utilizzato in ambito web marketing …
[ 0 ] 0 utenti hanno votato questa pagina