Come migrare le caselle di email da un server all’altro: imapsync

Come migrare le caselle di email da un server all’altro: imapsync

Recentemente mi è capitato di dover effettuare un’operazione apparentemente semplice ma tutt’altro che banale: migrare un server di posta per intero dal vecchio hosting ad uno nuovo, di mail dedicata (più capiente). Per effettuare l’operazione non sempre ci sono strumenti automatici per farlo: sul mio cPanel di origine, ad esempio, mancavano completamente le funzioni di export, mentre nel server destinazione c’era un’interfaccia di amministrazione che permetteva di sincronizzare la posta dall’esterno grazie a imapsync. Il problema è che il tool di importazione integrato non funzionava bene per i miei scopi, per cui sono stato costretto ad utilizzare il tool originale che, per fortuna, è sfruttabile come web service gratuito.

Vedremo quindi i dettagli di questa operazione, non semplicissima da effettuare ma certamente efficace.

Pubblicità: scopri l’hosting SiteGround, il piano GoGeek ti da’ pure SSH ad un prezzo super!

Cos’è imapsync

imapsync non è altro che un software UNIX (presente in alcune versioni di Linux, per quello che ho capito) in grado di effettuare da remoto i backup delle caselle di posta, e anche sincronizzare la posta da un server all’altro – ovvero passare tutte le caselle di posta dal vecchio al nuovo account. È un software molto versatile, completamente gratuito e richiede solo tre parametri per funziona:

  • il nome della casella di posta;
  • la password della stessa;
  • il nome del server di posta di origine (IMAP);
  • il nome del server di posta di destinazione (IMAP).

Se usate Unix dovreste già averlo, diversamente basta andare nel sito ufficiale:

http://imapsync.lamiral.info/

o seguire direttamente il link che porta alla versione online del tool:

https://i005.lamiral.info/X/

Come usare imapsync online

Questa operazione deve essere effettuata per ogni singola casella di posta che intendete migrare; nel mio caso erano una quindicina di caselle, e per un’azienda medio-grande questo comporta circa 5-10 minuti di tempo a casella, a seconda ovviamente del numero di email presenti in ogni account e degli allegati. Il server dedicato di posta era preconfigurato in modo da disporre del massimo spazio possibile per ogni casella, in modo che la copia potesse avvenire con tranquillità. Suggerisco di impostare dall’interfaccia web del server di posta un po’ più di spazio, nel dubbio, in modo da essere sicuri che l’operazione vada a buon fine.

La cosa davvero comoda del tool è che logga tutto in modo dettaglio, evidenzia i problemi o i warning, permette di capire nel dettaglio cosa stia succedendo e soprattutto su tempi di esecuzione lunghi non si blocca, visto che sfrutta un sistema di aggiornamento asicrono della pagina (in pratica vedrete il terminale della pagina web direttamente nel browser).

Questo è un form di esempio di origine o destinazione, con i tre dati da inserire:

Questa invece è quella di destinazione:

e questi sono i due bottoni di controllo: verde per avviare l’operazione, rosso per fermarla in corso.

Il software dovrebbe essere in grado di operare con logica incrementale, per cui una import parziale dovrebbe poter essere ripresa in seguito mediante una seconda importazione. Nel dubbio, cancellate l’account di destinazione, ricreatelo dal cPanel e riprovate.

Ricordatevi che dovrete inserire il nome della casella di posta di origine/destinazione (nome@azienda.it), la password su quel server di posta e l‘indirizzo IP del mailserver (deve essere un IPv4 del tipo 111.222.333.444); suggerisco anche di cambiare le password a tutti, prima di procedere, in modo da impostarne una temporanea facile per tutti che poi dovrete far cambiare una volta tornati a regime sul nuovo server.

Fate attenzione a far sempre corrispondere la mail di origine e di destinazione, e ad inserire in modo corretto le credenziali di posta sull’account origine e destinazione (che potrebbero in genere essere diverse: io ho impostato prima le password tutte uguali, sia in origine che in destinazione, per fare prima).


Web Hosting


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Ingegnere informatico, consulente SEO, copywriter ed ideatore di trovalost.it. Di solito, passo inosservato: e non ne approfitto neanche un po'.
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come migrare le caselle di email da un server all’altro: imapsync

Votato 10 / 10, da 1 utenti