Elon Musk sta trasformando Twitter in X.com (e in Indonesia è stato bloccato)


Dopo aver ribrandizzato Twitter come “X” questa settimana, il miliardario proprietario del sito Elon Musk ha reindirizzato x.com in modo che i visitatori vengano inviati a Twitter. Si prevede che x.com diventerà la nuova identità online del sito di social media. Ma per il momento in alcuni paesi dell’Asia non funzionerà facilmente.

Secondo Confident_reader su Reddit – se non sapete cos’è, correte a informarviElon Musk ha messo una croce su Twitter. Letteralmente. Il suo recentissimo rebrand di Twitter, che è diventato X ma solo in parte (non tutto il sito e non tutta l’app è stata aggiornata in modo uniforme) ed ha messo fine alla vecchia gestione (salvo sorprese last minute), ha finito per causare un singolare problema in Indonesia. Lo stesso che The Telegraph ha definito rebranding caotico, all’insegna del disordine, delle cose che sembrano fatte a capriccio, senza una direzione lineare, che tanto sta facendo rimpiangere la vecchia versione dell’app a miriadi di instancabili utilizzatori (quelli che sono rimasti a bordo, ovviamente).

Di fatto, a causa di una legge anti-pornografia promossa in Indonesia, X.com (il redirect che porta a Twitter.com, ad oggi, e che potrebbe in teoria diventare il nuovo dominio di Twitter.com in futuro, con una serie di potenziali problemi di compatibilità non da poco) non è più accessibile perchè viene bloccato dai firewall. Cosa che sembra potersi aggirare con una classicissima VPN, non è questo il problema: ma effettivamente X.com ricorda un po’ troppo XXX, che è l’acronimo dietro il quale, storicamente, si indicano siti e materiale per adulti.

La caotica ristrutturazione di Twitter da parte di Elon Musk ha avuto pertanto un altro ostacolo dopo che è emerso che il suo nuovo dominio web “X” è stato bloccato in Indonesia e alcune parti dell’Asia a causa di discusse leggi anti-pornografia. L’Indonesia ha impedito l’accesso a x.com ai suoi 270 milioni di abitanti martedì scorso, ad esempio. Le autorità del paese a maggioranza musulmana hanno affermato che il dominio aveva una storia di collegamenti diretti e indiretti con il gioco d’azzardo e la pornografia. Il sito x.com era rimasto inutilizzato durante gli ultimi anni, per la cronaca, ed era stato ancora prima una vetrina per i servizi di PayPal ed eBay rivolti agli operatori di negozi online, non collegati al gioco d’azzardo o alla pornografia.

Foto di Marcin Paśnicki da Pixabay

👇 Da non perdere 👇



Trovalost.it esiste da 4549 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4117 articoli (circa 3.293.600 parole in tutto) e 18 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.